Vomito giallo nel cane: la sindrome del vomito biliare.

Cari proprietari oggi vi parlo di un sintomo che capita di vedere spessissimo: il vomito giallo nel cane. Se il vomito giallo si presenta spesso, alla mattina presto, di solito dopo tante ore di digiuno prende il nome di  sindrome del vomito biliare. Già, perché il vomito giallo non è altro che bile.

La bile è un liquido digestivo presente nel cane ma anche nell’ uomo. Si tratta di un fluido che viene prodotto nel fegato, poi si accumula nella cistifellea per poi arrivare nell’intestino dove aiuta a digerire i grassi.

Perché il cane vomita giallo?

Il vomito giallo è così frequente da essere archiviato spesso dai proprietari come una cosa che succede. In quanti di voi ho sentito dire: “Il mio cane vomita sempre succhi gialli al mattino”. Punto e basta. Come se fosse normale.   Questa è una sindrome che molti proprietari conoscono bene ma che quasi mai curano. Tecnicamente questa è la sindrome del vomito biliare, nota anche con l’acronimo di BVS. In pratica si tratta di vomito di bile al mattino presto, quando il cane è a digiuno.

 Quali sono le cause del vomito giallo?

Prima di tutto il digiuno. Se il cane ha passato varie ore con lo stomaco vuoto, la bile, insieme ad altri fluidi digestivi torna indietro (reflusso duodeno gastrico), viene accumulata nello stomaco vuoto, in cui non c’è traccia di cibo.

La funzione di tali fluidi è quella di facilitare la digestione degli alimenti. Senza cibo nello stomaco, però, tali fluidi risultano molto aggressivi per la mucosa gastrica.

La bile irrita e infiamma la mucosa gastrica e come conseguenza e come risposta difensiva da parte dell’apparato digerente si produce il vomito. Il vomito risulta più o meno giallo a seconda di quanto è diluito con i succhi gastrici (per questo a volte può essere un po’ schiumoso anche se giallo).

 

Sindrome del vomito biliare: Lo studio

Uno studio retrospettivo del 2016 ha cercato di mettere insieme più dati possibili sulla sindrome del vomito biliare nel cane.

Il vomito in questo caso dipende dal reflusso del liquido duodenale che risale il duodeno, arriva nello stomaco, irrita la mucosa dello stomaco e provoca vomito, con fuoriuscita di succhi gastrici gialli (se provengono solo dallo stomaco sono bianchi, se provengono dal duodeno sono gialli)

Dexter il mio cane, vomito giallo per saltato pasto

La terapia per ridurre la frequenza del vomito biliare:

 Nello studio soprariportato si è visto che la terapia che funzionava di più era:

  • fare pasti più piccoli e frequenti
  • fare un pasto leggero la sera tardi
  • farmaci antiacido
  • farmaci gastroprotettori
  • farmaci procinetici

Fra quelli che non miglioravano  si scopriva con ulteriori indagini che la causa del vomito non era la sindrome del vomito biliare bensì:

 

 

Esistono predisposizioni per il vomito biliare?

Un’altra cosa interessante messa in luce dallo studio è stata che il tipico paziente che soffre di BVS è un cane maschio, giovane, meticcio, magari sterilizzato e che ha alle spalle una lunga storia di vomito cronico.

Quindi se un cane soffre di sindrome da vomito biliare, se la dieta è stata corretta,se la gestione dei pasti è stata migliorata, se la terapia farmacologica non ha dato gli esiti sperati, allora conviene fare qualche indagine più approfondita.

Cari Proprietari, se vi è piaciuto l’articolo lasciate un mi piace e condividetelo!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

 

 

Forse vi può interessare anche:

Torsione gastrica nel cane! Riconoscere i sintomi!

Corpo estraneo gastrico e intestinale nel cane e nel gatto!

Giardia nel cane e nel gatto! Non è sempre colpa sua!

Diarrea cronica nel cane? Parla lo specialista!

Vomito e rigurgito nel bulldog! Parla lo specialista!

Perchè il cane e il gatto mangiano l’erba?

IBD nel cane! Diagnosi e percorso terapeutico!

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.