Dispnea – Edema polmonare – Versamento pleurico nel cane e nel gatto

Cari proprietari di cani e gatti ecco un’altra urgenza che spesso viene sottovalutata: la dispnea.

Quando il vostro amico a quattro zampe respira improvvisamente male è sempre un’ urgenza. Certo è difficile per i non addetti ai lavori distinguere una polipnea da sforzo/eccitazione da una dispnea.

Cosa c’è di strano? l’animale in dispnea non solo ha una frequenza respiratoria aumentata ma è a disagio, resta immobile, non riesce a coricarsi su un lato, la testa è estesa, la lingua può essere cianotica. Nei gatti il respiro a bocca aperta è un sintomo molto grave.




Cosa fare? Dovete recarvi in una clinica dove possono attuare una terapia salvavita mirata. La prima cosa di cui necessita è la somministrazione di ossigeno, una radiografia ai polmoni, un elettrocardiogramma e un ecocardiografia. Se la struttura dove siete non ha queste cose state perdendo tempo prezioso per salvare la vita del vostro pet. Ecco perché il mio consiglio è quello di recarvi in una clinica veterinaria di medie /grandi dimensioni (anche se questo non sempre vuol dire che troviate tutte queste cose).

Nel cane cardiopatico la dispnea insorge spesso in seguito all’edema polmonare. Quindi a maggior ragione non abbiate indugi a correre dal veterinario. Considerate sempre che la cianosi (lingua violetta) è un segale tardivo della desaturazione sanguigna. Questo vuol dire che il vostro amico è già in debito d’ossigeno!

Nel caso dei brachicefali invece la dispnea è spesso conseguente alla loro alterata anatomia delle vie aeree superiori. In sostanza l’aria non riesce a raggiungere i polmoni.  Possono andare in stress respiratorio o a causa del’eccessivo calore ambientale (in questo caso associata alla dispnea si può verificare il colpo di calore) oppure all’agitazione.

Cosa dovete fare? in questo caso cercate di tenerlo calmo, al fresco. (guardate l’articolo sul colpo di calore).

Merita una citazione a parte il gatto. Il gatto che respira a bocca aperta o è in affanno potrebbe essere in edema polmonare (da cardiopatia sottostante) o versamento pleurico (spesso da FIP malattia infettiva del gatto). Bisogna correre da un veterinario che gli dia ossigeno e faccia diagnosi al più presto.

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

Ti potrebbe interessare anche:

 

Il forasacco – Il corpo estraneo d’eccelenza nel cane

Scolo nasale e starnuto nel cane. Parla lo specialista!

Paralisi laringea nel cane!

Tracheostomia nel cane! Procedura salvavita!

Collasso tracheale nel cane! Diagnosi e terapia!

BAOS: Sindrome brachicefalica nel cane.

Difficoltà respiratoria! Parla lo specialista!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.