Sterilizzazione della coniglia! Parla lo specialista!

Cari proprietari, anche se solitamente trattiamo patologie del cane e del gatto oggi allarghiamo i nostri orizzonti con una nuova specie e cioè il coniglio, o meglio nello specifico la coniglia. Ho approfittato della disponibilità del Dott. Pierfrancesco BO che si occupa prevalentemente di piccoli mammiferi esotici presso il suo ambulatorio a Medicina www.veterinari-medicina.com  , il Centro veterinario bolognese  e presso Zoolavet . E’  specialista in patologia e clinica degli animali d’affezione ed è accreditato FNOVI per la medicina e chirurgia dei piccoli mammiferi domestici.

 

Dott. Pierfrancesco Bo

Ciao Pierfrancesco, grazie di aver accettato l’invito, volevo parlare con te della sterilizzazione della coniglia. Ma è veramente importante?

Certo! Le coniglia raggiunge la maturità sessuale tra i 4 ed i 6 mesi di età; non ha un vero e proprio ciclo estrale, il cosiddetto “calore”, ma periodi di recettività di 7-10 giorni con 1-2 giorni di “riposo” che si ripetono per tutto l’anno.

Questo continuo stimolo ormonale fa sì che verso i 5- 6 anni sia molto alta l’incidenza di patologie uterine quali raccolta di pus (piometra), raccolta di sangue (emometra), raccolta di muco (mucometra) o neoplasie, cioè i tumori che spesso sono maligni e possono dare metastasi agli altri organi.

La sterilizzazione, eseguita a partire dai 6 mesi di età, serve proprio a ridurre i rischi di queste gravi patologie.

I conigli sterilizzati tendono poi a sporcare meno fuori dalla cassetta, molto raramente presentano atteggiamenti di monta e sono più socievoli e docili; non è assolutamente vero che dopo la sterilizzazione il carattere può peggiorare!

coniglia addormentata

Una gravidanza aiuta a prevenire i tumori?

Assolutamente no, perché hanno un ritorno in calore due ore dopo il parto a cui seguono i continui periodi di recettività. Inoltre il proprietario si troverebbe poi a dover gestire 6 coniglietti che a 5 mesi vanno divisi onde evitare continue gravidanze.

E’ vero che nei conigli le chirurgie sono estremamente rischiose?

Come tutti gli interventi chirurgici esiste un rischio anestesiologico, ma sta al veterinario cercare di ridurlo al minimo usando tutti gli accorgimenti possibili quali:

  • NON far effettuare il digiuno preoperatorio che in questi animali sarebbe rischioso,
  • anestetici e dosaggi adatti a questa tipologia di animali,
  • antidolorifici, antibiotici e procinetici (cioè farmaci per stimolare il movimento intestinale) somministrati immediatamente dopo l’intervento e prescritti per i giorni seguenti,
  • monitor per controllare i principali parametri vitali e tappetino termico per evitare il raffreddamento,
  • maschera glottidea per “intubarli” (nei conigli l’uso del tubo endotracheale, come nei cani e nei gatti, può rappresentare un certo rischio),
  • seguire anche risveglio e fornire al proprietario le corrette istruzioni anche per i giorni successivi.

Comunque è sempre meglio rivolgersi a un veterinario che si occupa prevalentemente di questi animali ed ha la competenza e le attrezzature specifiche.

E’ complicato gestire il post operatorio?

No, ma bisogna evitare che la coniglia salti “un po’ troppo” o si vada a leccare la ferita per togliersi i punti. A questo proposito io preferisco suturare la cute con del filo riassorbibile ed eseguendo una sutura intradermica in modo che non si veda il filo e si riassorba pian piano da solo; uso anche il laser a diodi che mi permette, oltre ad un minor sanguinamento, anche di avere meno prurito e meno irritazione sulla ferita. I farmaci poi possono essere somministrati per bocca con una siringa.

Bhè…che dire di più! Sei stato chiaro e gentilissimo come sempre! Grazie infinite  Pierfrancesco da parte mia e di tutti i followers di Amica Veterinaria per queste preziose informazioni!

Cari proprietari se vi è piaciuto l’articolo sulla difficoltà respiratoria lasciate un mi piace e condividetelo!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

 

 

Forse vi può interessare anche:

Sterilizzazione nel cane. Facciamo chiarezza!

 

Sterilizzare si o no? Pro e contro, quando e perchè!

Tumori mammari nel cane e nel gatto! Parla lo specialista!

Ovariectomia laparoscopica…tutti i vantaggi!Parla lo specialista!

Gravidanza isterica o pseudogravidanza nel cane!!!

Piometra nel cane e nel gatto, riconoscere i sintomi!

Parto naturale e taglio cesareo!

Criptorchidismo nel cane e nel gatto: quando il testicolo non scende…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.