Cari proprietari oggi affronteremo una patologia congenita malformativa che si può presentare in due modi: il labbro leporino e la palatoschisi nel cane e nel gatto. Queste due malformazioni si possono presentare singolarmente o associate fra loro. Per quanto riguarda la palatoschisi esiste anche la forma acquisita di origine traumatica mentre per il labbro leporino esiste solo la forma congenita.

 

Anatomia del palato nel cane e nel gatto:

Prima di parlarvi di queste due patologie devo farvi un accenno importante di anatomia. La bocca è separata dalle cavità nasali dalla lamina ossea che costituisce il palato. Questa divisione, seppur considerata ovvia e scontata, è fondamentale. Se infatti ci fosse comunicazione fra bocca e cavità nasali il risultato sarebbe che il cibo verrebbe continuamente inalato con il rischio di finire nei polmoni provocando una grave polmonite ab ingestis. Ecco come una cosa semplice come il palato sia fondamentale per la soppravivenza.

palatoschisi nel cane

Che cos’è la palatoschisi nel cane e nel gatto?

A volte, durante la gravidanza, il palato del feto non si forma completamente lasciando una comunicazione fra bocca e cavità nasale. A seconda della gravità questa fessurazione può essere più o meno estesa. Questa comunicazione anomala fra bocca e cavità nasali viene chiamata anche fistola oronasale congenita. Quindi riassumendo: la palatoschisi è all’interno e non si vede esternamente, riguarda infatti il palato duro e il palato molle.

Che cos’è il labbro leporino nel cane e nel gatto?

Quando la fessura del palato si estende in avanti fino a coinvolgere le labbra allora si parla di cheiloschisi o labbro leporino. Il labbro leporino quindi a differenza della palatoschisi è una malformazione ben visibile dall’esterno in quanto riguarda anche il labbro superiore e l’osso incisivo. Normalmente si ha o palatoschisi o palatoschisi e labbro leporino insieme, molto raramente negli animali si ha il labbro leporino da solo.

 

C’è una predisposizione di razza?

Sono entrambe patologie frequenti soprattutto nei brachicefali ed essendo ereditarie meglio non far riprodurre cani affetti da tali patologie. L’ereditarietà di queste patologie è nota nello Shih-Tzu, nel Bulldog, nel Pointer, nel Pastore Svizzero e nel Pastore dei Pirenei. Altre razze nelle quali è frequente avere queste patologie sono il Carlino, il Pechinese, il Beagle, il Cocker Spaniel, il Bassotto, il Boston Terrier, il Pastore Tedesco, il Pastore delle Shetland, il Pastore Australiano, lo Schnauzer e il Labrador Retriver. Per quanto riguarda i gatti, solitamente le si vede nei Siamesi, ma alcuni casi sono stati descritti anche nel Maine Coon.

Esistono delle cause per la nascita di cuccioli affetti da labbro leporino o palatoschisi?

Oltre all’ereditarietà, anche carenze nutrizionali, eccessi vitaminici della madre, assunzione di sostanze tossiche durante la gravidanza, farmaci e virus, possono contribuire allo sviluppo di queste patologie durante la gravidanza, ad esempio:

  • diabete mellito
  • somministrazione di amoxicillina
  • somministrazione di corticosteroidi
  • somministrazione di anticonvulsivanti
  • età avanzata della madre
  • ipo e ipervitaminosi A
  • ipovitaminosi B6 e B12
  • carenza di acido folico
  • stati febbrili o ipertermici della madre durante la gravidanza
  • obesità materna
  • avvelenamento
  • agenti chimici

 

 

Quali sono i sintomi della palatoschisi e del labbro leporino nel cane e nel gatto?

sintomi di palatoschisi e labbro leporino nel cane e nel gatto dipendono dall’estensione della fessura, più è estesa e più grave è la situazione. Per quanto riguarda il labbro leporino il proprietario se ne accorge immediatamente alla nascita visto che il difetto è ben visibile. Per quanto riguarda la palatoschisi invece ce ne si accorgerà dai sintomi, fin dalle prime poppate nei casi gravi:

  • morte improvvisa dopo la prima poppata
  • broncopolmonite ab ingestis
  • latte che esce dalle narici

Nei casi lievi invece il cucciolo può crescere inizialmente con pochi sintomi per poi presentare in seguito:

  • starnuti
  • tosse
  • rinite
  • infezioni ricorrenti
  • crescita ritardata

Palatoschisi e labbro leporino nel cane e gatto: diagnosi e terapia.

Come abbiamo detto la diagnosi si fa visivamente. Anche un neofita si può accorgere della malformazione.  Il problema è piuttosto la tempestività con cui ce ne si accorge. Viste le possibili gravi ripercussioni sulla salute del cucciolo infatti non si può aspettare che intervengano complicazioni come la polmonite. Bisogna subito inquadrare la gravità del problema e porci rimedio in attesa di un intervento chirurgico risolutivo.

In cosa consiste la terapia chirurgica?

La chirurgia plastica è la soluzione, ma sappiate che spesso serviranno più interventi, soprattutto nelle situazioni di maggior gravità. Prima di iniziare l’iter chirurgico si cerca di aspettare il più possibile, almeno 6-8 settimane, se si arriva a 12 è meglio. In questo lasso di tempo il cucciolo o il gattino andranno nutriti con le sonde apposite e allontanati dalla mamma in quanto non potranno alimentarsi naturalmente.

 

 

Dopo la chirurgia quale sarà la prognosi?

La prognosi dipende da quanto è grave la palatoschisi. Se la comunicazione è molto ampia o manca quasi del tutto il palato sarà impossibile porvi rimedio e quindi la prognosi sarà infausta. Non dimentichiamo inoltre che a volte possono esserci altre malformazioni concomitanti.

Come si può prevenire la palatoschisi e il labbro leporino nel cane e nel gatto?

Visto le varie cause che possono concorrere allo sviluppo di queste malformazioni, la prevenzione si attua su diversi fronti. Dovrebbe basarsi sull’esclusione dalla carriera riproduttiva dei soggetti portatori, cioè fattrici e stalloni che hanno già generato cuccioli con questo difetto, gestire correttamente l’alimentazione delle gestanti ed evitare i trattamenti farmacologici durante la gravidanza.

 

 

La palatoschisi traumatica invece è acquisita:

Molto spesso in seguito a violenti traumi si può creare palatoschisi.  La fessurazione del palato è molto frequente nei gatti volanti che cadono dal balcone. In questo caso la palatoschisi è sempre risolvibile con un semplice intervento chirurgico. La prognosi in caso di palatoschisi traumatica è nettamente più favorevole.

rete per gatto

Ecco come si presenta la palatoschisi dopo la caduta dalla finestra.

 

Cari proprietari se vi è piaciuto l’articolo lasciate un mi piace e condividetelo!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria e sul mio profilo Instagram amica_veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!

 

sangue nelle feci

 

Forse vi può interessare anche:

Giardia nel cane: non è sempre colpa sua.

Tritrichomonas foetus nel gatto: sintomi e terapia

Gastropessi preventiva nel cane: evitare la torsione gastrica!

Torsione gastrica nel cane! Riconoscere i sintomi!

Colite istiocitaria ulcerativa nel Boxer e nel Bouledogue Francese!

Vomito nel cane e nel gatto: guida pratica su cosa fare!

Corpo estraneo gastrico e intestinale nel cane e gatto!

Vomito e rigurgito nel bulldog! Parla lo specialista!

Il gatto non fa la cacca: stitichezza, megacolon e fecaloma.

IBD nel cane! Diagnosi e percorso terapeutico!

Diarrea cronica nel cane? Parla lo specialista.

Sangue nelle feci del cane. Quando preoccuparsi…

Vomito giallo nel cane: la sindrome del vomito biliare.

Perchè il cane e il gatto mangiano l’erba?

Visite: 1480