Cari proprietari oggi parliamo di un argomento pratico e cioè la detrazione delle spese veterinarie 2020. Anche quest’anno è possibile infatti usufruire della detrazione Irpef del 19% per le spese veterinarie sostenute per la cura degli animali da compagnia, purché esse siano tracciabili, salvo alcune eccezioni. Vediamo i dettagli!

 

Quali spese veterinarie è possibile detrarre?

E’ possibile portare in detrazione solo le spese veterinarie sostenute per la cura di animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva. Non sono detraibili quindi le spese per la cura di animali destinati all’allevamento, alla riproduzione o al consumo alimentare né tantomeno sarà possibile detrarre le spese sostenute per cani sprovvisti di microchip.

Attenzione! L’eventuale importo detratto indebitamente sarà ripreso a tassazione e il contribuente rischia inoltre una sanzione amministrativa pecuniaria per indebita detrazione e una sanzione amministrativa per la mancata regolarizzazione del possesso dell’animale, nei casi di identificazione obbligatoria.

il libro di amica veterinaria

 

Le spese veterinarie che potete portare in detrazione comprendono:

  • le prestazioni professionali rese dal veterinario
  • l’acquisto di medicinali veterinari
  • le spese per analisi di laboratorio e interventi presso cliniche veterinarie

detrazione spese veterinarie

Quali medicinali entrano nella detrazione delle spese veterinarie?

Nel caso dei medicinali veterinari, dobbiamo precisare che si possono detrarre solo quelli dotati di una autorizzazione all’immissione in commercio, cioè che siano in possesso di un codice AIC che inizia con “1” (la potete trovare facilmente sulla confezione). Quindi sono esclusi quei prodotti, anche se veterinari e anche se prescritti dal veterinario stesso, come i parafarmaci (che hanno AIC che inizia con “9”) o i mangimi speciali (che sono alimenti e non farmaci)

Rientrano nella definizione di medicinale veterinario anche quegli antiparassitari uso esterno e altri prodotti SOP – Senza obbligo di prescrizione, che potete acquistare al di fuori delle farmacie, come nei pet shop o nella GDO.

Posso detrarre una spesa veterinaria se pago in contanti?

E’ possibile portare in detrazione solo le spese veterinarie il cui pagamento è avvenuto attraverso un mezzo tracciabile, come un bonifico bancario/postale, o altri sistemi quali carte di debito, credito, prepagate, assegni etc, dietro regolare fattura, anche se intestati a persona diversa dall’effettivo beneficiario della detrazione.

Fanno eccezione i medicinali e i dispositivi medici, che possono essere portati in detrazione anche se pagati in contanti, dietro emissione di apposito scontrino da conservare e che, nel caso di medicinali, deve essere “parlante”, cioè dotato delle seguenti informazioni:

  • codice fiscale acquirente
  • codice AIC farmaco
  • quantità e prezzo dei farmaci

Nel caso di medicinali soggetti a prescrizione, non è necessario invece conservare una copia della prescrizione veterinaria.

 

A quanto ammonta la detrazione?

La detrazione spetta per intero per i titolari di reddito complessivo fino a 120 mila Euro, mentre decresce progressivamente fino ad azzerarsi al raggiungimento di un reddito pari a 240mila Euro. Inoltre, a differenza delle spese mediche umane, la detrazione si applica fino ad un importo massimo di Euro 500, 00 (aumentato a 550 Euro per il 2021) , con una franchigia di 129,11 euro. Tali limiti sono unici per tutte le spese veterinarie sostenute, indipendentemente dal numero di animali posseduti.

Di fatto, tenendo conto degli arrotondamenti, il massimo effettivamente detraibile è pari a:

  • 19% (500 – 129,11) = 19% di 370,89 euro = 70,47 Euro per il 2020
  • 19% (550 – 129,11) = 19% di 420,89 euro = 79,96 Euro per il 2021

 

Come vanno indicate le spese veterinarie in dichiarazione?

I medici veterinari e gli esercenti di medicinali veterinari sono obbligati a trasmettere al Ministero delle Finanze in maniera telematica le informazioni sulle spese sostenute dal cittadino attraverso il Sistema Tessera Sanitaria, per essere inserite automaticamente nella dichiarazione precompilata, con alcune eccezioni (es. partecipazione alla lotteria degli scontrini)

Potete trovare tali informazioni:

  • Nel caso di utilizzo del Modello Redditi PF 2021: Fascicolo 1 – Quadro RP – Oneri e Spese, nei righi da RP8 a RP13, con il codice spesa 29

 

detrazione spese veterinarie

 

  • Nel caso di utilizzo del Modello 730/2021: Quadro E – Oneri e Spese, Sezione 1 , righi da E8 a E10, con codice spesa 29

 

detrazione spese veterinarie

 

Per maggiori informazioni circa i modelli da utilizzarsi per la dichiarazione dei redditi nei singoli casi, e le modalità di consultazione degli stessi, potete consultare:

 

Cari proprietari spero di avervi detto tutto e soprattutto di avervi chiarito le idee invece che confonderle ulteriormente! Se l’articolo vi è piaciuto ricordatevi di condividerlo!!!! Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria sul mio profilo Instagram amica_veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!

 

Ti potrebbe interessare anche:

Ricetta elettronica veterinaria: Come funziona?

Come dare la compressa al cane! Video e trucchi!

Invecchiamento nel cane e nel gatto: cosa fare per aiutarli?

Detartrasi nel cane e nel gatto!

Coda dello stallone nel cane e nel gatto: come si cura?

 

Gentalyn Beta e cortisonici nel cane e nel gatto!

Cane in spiaggia: i consigli per la salute!

Otite nel cane e nel gatto e le sue complicanze.

Ernia ombelicale nel cane! Operare o no?

https://amicaveterinaria.com/cane-perde-il-pelo/

Viaggiare con il cane e il gatto in sicurezza!

Tosare il cane e il gatto: perchè è sbagliato?

Coda morta nel cane? Si chiama Cold Tail Syndrome!

Alitosi nel cane e nel gatto: cause e rimedi!

Leptospirosi nel cane, una malattia legata all’acqua!

FIP nel gatto: sintomi e aspettativa di vita.

https://amicaveterinaria.com/cane-perde-il-pelo/

Mal d’auto nel cane? Strategie da provare….

https://amicaveterinaria.com/processionaria/

Tossicità della Stella di Natale, Vischio e Agrifoglio!

Il cane sulla neve: a cosa fare attenzione?

Unghie del cane e del gatto: è necessario tagliarle?

Se il mio cane morde qualcuno? Che succede?

Shunt portosistemico nel cane e nel gatto!

 

Visite: 554