Cari proprietari di cani di taglia piccola oggi voglio parlarvi di una patologia molto frequente e allo stesso tempo molto sottovalutata dai proprietari in quanto scambiata per tosse: il collasso tracheale nel cane. Come sempre incominciamo dall’inizio…La trachea è un tubo composto da un susseguirsi di robusti anelli di cartilagine in cui transita l’aria verso e  dai polmoni.

 

 

immagine endoscopica di collasso tracheale nel cane

Collasso tracheale grave in un cane.

Che cos’è il collasso tracheale nel cane?

Il Collasso tracheale è causato da un progressivo indebolimento dei anelli tracheali. La conseguenza è che gli anelli tracheali non riescono più a garantire alla trachea la sua normale conformazione nelle varie fasi della respirazione e in pratica tendono a collassare su se stessi. L’aria che passa all’interno di questi anelli deformati viene compressa e il risultato  e la caratteristica tosse a verso d’anatra, sibili, rantoli, dispnea. Questa debolezza della struttura di sostegno della trachea provoca, durante la respirazione, una riduzione del lume tracheale e quindi una diminuzione dell’aria in entrata ( dispnea). La comparsa di questa tosse può essere favorita o accentuata dalla attività fisica, da stati di eccitazione (quando il proprietario rientra a casa dal lavoro), dall’assunzione di cibo o acqua, un ambiente caldo e umido oppure una semplice compressione meccanica della trachea ( tipo quando il cane tira al guinzaglio), nei casi più gravi si può arrivare fino all’asfissia.

Qual è la causa del collasso tracheale?

Si sospetta che la causa del collasso tracheale sia congenita e dipenda dalla composizione molecolare e cellulare degli anelli tracheali, che risultano meno rigidi. Non si conosce la causa del collasso tracheale nel cane, ma il sospetto degli esperti è che si tratti di un’anomalia congenita e che sia provocata dal fatto che la cartilagine degli anelli tracheali è meno resistente del normale, e provoca l’appiattimento degli anelli.

 

 

Quali sono i sintomi del collasso tracheale nel cane?

Come sempre voi proprietari siete fondamentali nel comprendere che c’è qualcosa che non va! I sintomi principali sono:

  • Colpo di tosse a verso d’anatra, molto caratteristico come sintomo e facilmente riconoscibile.
  • Intolleranza all’esercizio,
  • Dispnea
  • Respirazione sibilante o con rantoli

Quali razze sono soggette al collasso tracheale?

Questa patologia genetica colpisce principalmente razze nane come:

  • Barboncino nano,
  • Yorkshire terrier,
  • Volpino della Pomerania,
  • Maltese,
  • Chihuahua

Il collasso della trachea può manifestarsi a qualsiasi età, anche se l’età media in cui i segni clinici cominciano ad apparire è 6-7 anni.

collasso tracheale nel cane

 Come viene diagnosticato collasso tracheale nel cane?

Quando portate il vostro cane dal veterinario perché riscontrate questi sintomi sospetti il vostro veterinario molto probabilmente dovrà richiedere un consulto con un collega che effettua endoscopie!

In primis verrà fatta una visita, poi

  •  Radiografia, deve essere fatta con un giusto posizionamento altrimenti la trachea potrebbe apparire schiacciata anche se in realtà non lo è. Sulla radiografia si può notare durante l’inspirazione una riduzione delle dimensioni della trachea situata lungo il tratto cervicale, mentre in fase di espirazione vi può essere un difetto nel tratto tracheale toracico.
  • Broncoscopia in anestesia.

A volte alcuni proprietari arrivano con il cane in crisi respiratoria…in questo caso prima di fare diagnosi va stabilizzato il paziente. Prima di tutto il veterinario dovrà calmare la tosse somministrando ossigeno, antitussigeni e tranquillanti.

 

 

Se al vostro cane diagnosticano il collasso tracheale qual è la terapia?

Esistono diverse possibili terapie per il collasso tracheale del cane e dipendono fondamentalmente dalla gravità della presentazione:

  • Forme lievi: vengono ben tollerate dal cane, nonostante possano manifestarsi difficoltà respiratorie, crisi di tosse e tracheiti recidivanti, in questo caso, sempre che non si associno altre patologie polmonari o cardiovascolari, la sola terapia farmacologia permette buone condizioni di vita al cane. Farmaci contro la tosse, corticosteroidi, la necessaria copertura antibiotica, che per essere veramente mirata, deve essere sostenuta da un esame batteriologico dei secreti tracheali (prelevati durante la broncoscopia). Nei pazienti obesi, la perdita di peso contribuisce a diminuire lo sforzo respiratorio. Inoltre i cani devono essere tenuti lontani da fumo e altre inquinamento ambientale. 
  • Forme gravi:  quando nemmeno la terapia farmacologia dà risultati apprezzabili, il trattamento è chirurgico.

Come vi ripeto spesso di fronte a patologie così gravi come il collasso tracheale è inutile ricercare una terapia omeopatica miracolosa.

Ci sono vari tipi di chirurgia per il collasso tracheale:

  • Posizionamento stent endotracheale: non è altro che un dilatatore che si inserisce all’interno della trachea e fissato con dei punti. Da’ abbastanza fastidio perché fa effetto “corpo estraneo”. Evitate assolutamente gli stent metallici che sono molto traumatici e maltollerati. Sono preferire gli stent in silicone, molto meno traumatici. In entrambi i casi comunque c’è il rischio di dislocamento dello stent che quindi sarà da rimuovere facendo recidivare il problema.Di solito questa opzione si tiene in serbo per pazienti molto anziani.

 Ovviamente dopo la diagnosi e il trattamento di collasso tracheale il vostro cane dovrà usare la pettorina e non più il collare! Quindi cari proprietari come sempre occhio al sintomo.

collasso tracheale nel cane

Stent in metallo da evitare!

collasso tracheale nel cane

Stent ottimali.

 

Quali sono le aspettative di vita di un cane con collasso tracheale?

Dipende da diversi fattori:

  • dalla gravità del collasso tracheale del vostro cane;
  • dall’età di insorgenza dei sintomi;
  • dalla risposta alla terapia o all’intervento chirurgico.

L’aspettativa di vita viene comunque considerata lunga se si seguono le indicazioni terapeutiche e se il cane fa una vita regolare. L’intervento di tracheoplastica in una buona percentuale di casi ha un esito ottimale e migliorativo.

Se vi è piaciuto l’articolo ricordate il “mi piace” e condividete!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria sul mio profilo Instagram amica_veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

 

collasso tracheale nel cane

 

Ti potrebbe interessare anche:

Asma felina: diagnosi e terapia!

Edema polmonare nel cane: quanto può vivere?

Starnuto inverso nel cane: video e rimedi.

Forasacco nel cane: un grande pericolo!

Versamento pleurico nel cane: quali sono le cause?

BAOS: Sindrome brachicefalica nel cane.

Aspergillosi: un fungo pericoloso per il cane!

Ernia diaframmatica nel cane e nel gatto!

Dispnea nel cane e nel gatto: cosa fare?

Difficoltà respiratoria nel cane e nel gatto!

Scolo nasale nel cane e starnuto. Parla lo specialista!

Paralisi laringea nel cane: sintomi e soluzione!

Tracheostomia nel cane! Procedura salvavita!

Pneumotorace nel cane e nel gatto: cause e rimedi!