Cari proprietari, oggi vi parlo di una delle razze che vanta una lunga serie di specificità: il Dachshund – Bassotto Tedesco, chiamato anche Dackel o Teckel e semplicemente Bassotto. Nel 2011 il numero di iscrizioni, sulla base dei dati ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana), in Italia erano 3034 fino ad arrivare nel 2020 a 4320, registrando una sola flessione nel 2015 con la diminuzione di 275 iscrizioni, ma anche un notevole balzo in avanti tra il 2019 e il 2020 con 686 iscrizioni.

 

Qual è lo standard di razza del Bassotto?

La carta d’identità del Bassotto per quanto riguarda l’aspetto fisico si presenta variegata e molto particolare. Tutti sappiamo che il bassotto è una delle poche razze di cane anacolimorfe (che vuol dire sproporzionate, in poche parole testa e  tronco normale e arti corti). Questo ha portato il bassotto ad avere un intero gruppo ENCI dedicato a lui, il gruppo 4 di cui fanno parte solo i bassotti.

bassotto

Quante taglie di bassotto esistono?

La grande variabilità di taglie, da bassotti giganti a bassotti minuscoli portava a una certa confusione ecco perchè nel Maggio 2020 L’ENCI, con un apposito “Regolamento per la conferma di Taglia del Bassotto Tedesco” ha ulteriormente ridefinito, all’art. 1, le tre diverse taglie (Standard, Nano e Kaninchen) per tutti e tre tipi di pelo (corto, duro e lungo), precisando per ognuna una differente misurazione basata sulla circonferenza del torace.

 

Le taglie del bassotto sono quindi:

  • Standard: maschi oltre i 37 cm fino a 47 cm – femmine oltre i 35 cm fino a 45 cm
  • Nano: maschi oltre i 32 cm fino ai 37 cm – femmine oltre i 30 cm fino ai 35 cm
  • Kaninchen: maschi oltre i 27 cm fino ai 32 cm – femmine oltre i 25 cm fino ai 30 cm

Anche il peso cambia a seconda dalla varietà:

  • Standard: 5 – 10 kg
  • Nano: 3 – 4 kg
  • Kaninchen: fino a 3,5 kg

L’altezza media: da 15 cm a 35 cm:

  • Standard: superiore ai 30 cm;
  • Nano fino ai 30 cm;
  • Kaninchen (misurata dopo il 15 mese di età).
bassotto a pelo duro

Bassotto a pelo duro

Com’è il pelo del Bassotto?

Il pelo è una delle caratteristiche principali di questa razza e cambia a seconda della tipologia:

  • Bassotto a pelo corto: ha pelo molto fitto, liscio, lucente ed in più aderisce molto bene al corpo. Non ha zone prive di pelo. La coda è sottile e abbastanza coperta di pelo.
  • Bassotto a pelo duro: oltre ad essere fitto, è anche molto aderente e ha un doppio strato ovvero un sottopelo. Più ispido al tatto. A questa copertura fanno eccezione il muso, le orecchie e le sopracciglia. Il pelo del muso forma una folta barba e baffi che gli da un aspetto più buffo e disordinato.
  •  Il Bassotto a pelo lungoha il pelo liscio e brillante, aderisce bene al corpo ed è provvisto di sottopelo. Sotto il collo, sulle orecchie e nelle zampe posteriori appare più lungo, raggiunge la massima lunghezza sulla coda da cui pende a mo’ di frangia o bandiera.

I bassotti in genere non perdono molto pelo, ma come tutti i cani hanno i due periodi di muta stagionali. Necessitano comunque di essere ben spazzolati per mantenere l’igiene e la brillantezza del mantello.

 

Di che colore è il Bassotto?

I tre tipi di pelo che abbiamo appena descritto possono avere differenti colorazioni secondo lo Standard di razza:
• Nero;
• Nero Focato;
• Cioccolato focato;
• Blu acciaio scuro;
• Marrone focato crema;
• Crema;
• Rosso-bruno;
• Rosso.

Tutte le colorazioni ammesse possono combinarsi dando luogo ad animali Unicolore, Bicolore o Multicolore e Arlecchino (Merle). All’interno della colorazione Arlecchino si classifica anche la colorazione Brindle (Tigrato) il cui colore è il fulvo con striature più scure e con una certa pigmentazione.

Le diverse colorazioni sono più o meno presenti rispetto al tipo di pelo. Vediamo come!

Bassotto a pelo corto

Bassotto a pelo corto

Colori del bassotto a pelo corto:

  • Unicolore: fulvo. È prevista anche la presenza di peli neri ed è accettata una macchiolina bianca di massimo 3 cm sul petto. Non è previsto che questo tipo di cani abbiamo un colore fulvo-marrone, ma solo color “foglia secca”.
  • Bicolore: nero intenso o marrone. Sono previste focature in varie parti del corpo e una macchiolina bianca sul petto.
  • Arlecchino (Merle): colore di base scuro (nero o marrone). È prevista anche, come eccezione, la colorazione Arlecchino fulvo (fulvo con macchie scure). Sono accettate piccole macchie irregolari grigie o beige.

 

Colore del bassotto a pelo duro:

  • Unicolore: fulvo (color foglia secca) con eventuali peli neri frammisti. Anche per questo tipo di cane è accettata una macchiolina bianca sul petto. Lo standard indica come non desiderabile il colore fulvo-marrone.
  • Multicolore: i colori previsti sono il color cinghiale, cinghiale marrone, nero focato e marrone focato. Possono essere presenti focature scure su varie parti del corpo. È ammessa la presenza di una piccola macchia bianca solo sul petto.
  •  Arlecchino (Merle): Il colore di base è sempre il colore scuro (cinghiale, nero o marrone) o il fulvo con presenza di macchie scure. Sono permesse anche macchie irregolari grigie o beige, solo se non troppo grandi.
 a pelo lungo

Bassotto a pelo lungo

Colori del bassotto a pelo lungo:

  • Unicolore: fulvo con possibilità di peli neri frammisti, ma in genere è preferito il solo colore scuro. Come per le altre varietà, anche in questa è permessa la presenza di una piccola macchia bianca di massimo 3 cm sul petto.
  • Bicolore: i colori previsti sono il nero o marrone con la presenza di focature pressochè in tutte le parti del corpo. Anche in questa tipologia può esere presente una macchiolina bianca sul petto di 3 cm.
  • Arlecchino (Merle): il colore è scuro ovvero nero o marrone, ma per questa tipologia è ammesso anche il fulvo con macchie scure. Possono essere presenti macchie di forma irregolare, di misura media e di colori grigio o beige. Il colore Tigrato (Brindle) è fulvo con striature più scure.

 

Di che colore è il tartufo del Bassotto?

Anche il tartufo risente della varietà di colorazioni e combinazioni di questa razza:

  • Nei cani unicolore il tartufo è nero.
  • Nei cani Bicolore, Multicolore, Arlecchino (Merle) e Tigrati il colore resta quello predominante ovvero nero in esemplari con colore di base neri e marrone in esemplari di base marroni.

Quali sono le caratteristiche del Bassotto?

Il Bassotto, come dice il nome stesso, è un animale basso, lungo, piuttosto compatto e muscoloso, le sue zampe sono sproporzionate e cioè cortissime rispetto al corpo. Viene definito infatti Anacolimorfo ed è una sua caratteristica insieme ad altre razze come il Welsh Corgi e il Basset Hound.  È dotato di una lunga coda posizionata piuttosto in alto. Una caratteristica particolare di questi animali, soprattutto se di razza pura, sono i loro bellissimi occhi, di forma ovale, in genere di colore marrone, sia scuro che chiaro. Esistono però anche Bassotti eterocromi ovvero con occhi di due colori diversi.

La storia:

Il Bassotto, conosciuto anche come Deckel o Teckel, è stato creato nel Medioevo in Germania tramite vari incroci progressivi nel tempo con altre razze (all’inizio Segugi, poi Spaniel tedeschi, Schnauzer, Scottish Terrier e altre) che hanno portato alle nove tipologie attuali. Gli allevatori compresero l’importanza che poteva avere per la caccia la particolarità genetica tipica di questa razza (e di molte altre), l’acondroplasia, ovvero una mutazione che impedisce l’accrescimento delle cartilagini delle zampe e produce una sorta di nanismo. Fu dunque mantenuta questa specificità per creare una razza di cani che fosse bassa ma molto veloce, per poter entrare nelle tane di animali, soprattutto dei tassi e conigli. Era però anche muscolosa e agile tanto da bloccare la selvaggina nei boschi, cacciare animali più grandi e seguire tracce di sangue.

 

Com’è il carattere?

Il Bassotto ha molte buone qualità, è un cane vivace, equilibrato, pronto al gioco, fedele e coraggioso. Alcuni lati del carattere gli derivano però ancora dalla sua antica provenienza legata alla caccia e alla corsa in libertà nei boschi, è infatti abbastanza indipendente, molto determinato, curioso ed ostinato. Abbaia come un segugio, scava ed è ostinato come un terrier. La sua indole socievole e affettuosa con i padroni viene spesso meno nei confronti degli estranei, sarà quindi necessario addestrarlo fin da cucciolo alla socialità. Come i suoi antenati, ama stare all’aperto, vi seguirà ovunque vogliate portarlo, ma attenti a non lasciarlo scorazzare troppo senza controllo, il cacciatore che è in lui tornerà fuori alla prima traccia annusata.  Il bassotto è oggi un cane da compagnia, a patto che gli offriate spazi aperti, corse e un giardino in cui scavare.

bassotto merle

Bassotto a pelo corto merle

Il Bassotto è un cane adatto ai bambini?

Il Bassotto è un cane da famiglia certamente ma bisogna ricordarsi che ha un bel caratterino, esige rispetto, non ama i giochi troppo fisici, può mostrarsi possessivo sui giochi e determinato a far rispettare i propri spazi. Anche per questa razza, così come per tutte le altre,  serve la presenza di un adulto che  insegni ai piccoli a rispettare le esigenze del loro simpatico amico a quattro zampe.

 

Soffre di malattie particolari?

Il Bassotto è un cane predisposto per diverse patologie anche se in genere risulta abbastanza resistente e coriaceo.

Le patologie più frequenti e gravi che affliggono il bassotto sono:

Ma ne abbiamo anche molte altre come:

bassotto

Curiosità sul Bassotto:

  • Alcune organizzazioni, come l’American Kennel Club (AKC), riconoscono solo due tipi di Bassotto basati sulle dimensioni (standard e nano), ma mantengono le tre varietà di pelo.
  •  La curiosità e la simpatia hanno fatto del Bassotto il personaggio di molti cartoni animati, tra cui il più famoso è “Johnny, Bassotto poliziotto”, accompagnato da una canzone che tutti i bambini conoscono.
  • 4 bassotti per un Danese è un film Disney molto famoso dove il carattere furbo, determinato e testardo dei bassotti viene molto ben rappresentato.

Cari proprietari se vi è piaciuto l’articolo lasciate un mi piace e condividetelo!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria e sul mio profilo Instagram amica_veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!

Visite: 865