Cari proprietari oggi abbiamo la collega Francesca Bresciani che  ci parla di un argomento che interessa tutti in questo periodo: gli antiparassitari!

L’obbiettivo è quello di fare chiarezza sui mille prodotti antiparassitari che ci vengono proposti e capire cosa dobbiamo fare per proteggere i nostri amici pelosi.

La Dott.ssa Francesca Bresciani ci parlera degli antiparassitari.

La Dott.ssa Francesca Bresciani appassionata e specializzata in medicina interna e gastroenterologia lavora come libera professionista in provincia di Bologna e Firenze.

 

Cara Francesca grazie di essere di nuovo disponibile a fornirci informazioni così precise sugli antiparassitari!

Incomincia la stagione dei parassiti, da cosa dobbiamo proteggere i nostri cani e gatti (sì anche loro!)?

Allora, per farla molto semplice ci dobbiamo ricordare di proteggere i nostri pets nei confronti di ectoparassiti (parassiti che vivono “fuori” l’animale) e endoparassiti (parassiti che vivono “dentro” l’animale) In estate dobbiamo proteggerli nei confronti di:

Durante tutto l’anno invece dobbiamo preoccuparci di proteggerli nei confronti di pulci e zecche (in inverno sopravvivono in casa!) e parassiti intestinali (vermi tondi, vermi piatti e protozoi).

Per il gatto è la stessa cosa?

Più o meno! Anche il gatto ovviamente deve essere protetto nei confronti degli ectoparassiti e parassiti intestinali….ma questo lo sanno tutti! Quello che tanti non sanno è che anche il gatto può avere la filaria, con una incidenza minore rispetto al cane, ma anche lui deve essere protetto! Mentre sembrerebbe essere effettivamente più resistenze alla leishmania e per quello non importa proteggerlo.

Quindi cosa dobbiamo fare per eseguire le profilassi con antiparassitari sia per ecto- ed endoparassiti?

La profilassi per i parassiti che abbiamo detto prima di esegue associando ALMENO 2 prodotti per il cane e 1 prodotto per il gatto. L’azione degli antiparassitari è sia repellente che acaricida, insetticidi e larvicide. Inoltre è opportuno eseguire una corretta pulizia degli animali e dell’ambiente in cui vivono, rimuovere i parassiti visibili (es. zecche) ed eseguire test di screening per valutare se il cane o il gatto hanno già contratto malattie (es. test filaria, test leishmania e test per malattie trasmesse da pulci e zecche).

Adesso però ti faccio una fatidica domanda: a lato pratico quali antiparassitari consigli?

Partiamo dicendo che le mie preferenze sono personali e non ho ricevuto “suggerimenti” da compagnie farmaceutiche. Aggiungo anche che gli antiparassitari devono essere consigliati dal veterinario e modulato in base alle necessità di ogni singolo pazienti, si deve considerare:

  • la razza (per alcune razze alcuni antiparassitari sono altamente tossici)
  • l’età (attenzione ai cuccioli!)
  • lo stile di vita (indoor–outdoor, campagna-citta)
  • la localizzazione geografica
  • eventuali patologie o trattamenti concomitanti.

Le combinazioni migliore associano un repellente (tiene lontani insetti) insieme ad acaricidi/insetticidi/larvicidi (uccidono i parassiti che si sono attaccati o che sono nell’animale).

 

 

 

Antiparassitari per il cane:

Detto ciò queste sono alcune combinazioni di antiparassitari che preferisco PER IL CANE (attenzione a Collie, Asustralian, Border Collie, Shetland e simili, l’ivermectina per loro è tossica!!):

  • Seresto (collare) + Advocate (spot on)
  • Seresto (collare) + Nexgard Spectra (compresse)
  • Seresto (collare) + Stronghold plus (spot on)

Per chi sta per chiederlo….. Sì Seresto ha una azione dimostrata contro i flobotomi che trasmettono la Leishmaniosi.

In alternativa a Seresto si può utilizzare Scalibor, tenendo presente che per coprire per l’intera stagione è bene utilizzare 2 collari.

Per chi non ama i collari antiparassitari:

  • Advantix (Spot on) + Nexgard Spectra.
  • FrontLine Triact (Spot on) + Nexgard Spectra.
  • Vectra 3D (Spot on) + Nexgard Spectra.

NB: Attenzione a non somministrare antiparassitari per il cane al gatto, rischiano la morte!!

antiparassitari

Acaro della rogna.

Importante il Nexgard Spectra (così come le altre compresse non ha attività repellente ma di uccisione dei parassiti, quindi non impedisce il morso. Per questo bisogna associare antiparassitari repellenti.

Tra gli antiparassitari con attività repellente per flebotomi preferisco Seresto (7-8 mesi di durata) o Scalibor (4 mesi di durata), perché non hanno bisogno di applicazioni mensili.

Li trovate nel negozio di animali, in farmacia (ad esempio il Nexgard Spectra necessita di ricetta)  o su Amazon (quelli di libera vendita):

[amazon_textlink asin=’B00I2TFB9Q’ text=’Advantix ® Spot On per cani oltre 25 Kg – 4 pipette da 4.0 ml – Antiparassitario per Zecche Pulci e Pidocchi’ template=’ProductCarousel’ store=’amicaveterina-21′ marketplace=’IT’ link_id=’dfa50bb2-3cdb-11e8-b861-3d7fdbb52b00′]

[amazon_textlink asin=’B009FANQTI’ text=’Scalibor Collar 65 cm’ template=’ProductCarousel’ store=’amicaveterina-21′ marketplace=’IT’ link_id=’005bae45-3cdc-11e8-8797-3723e265259c’]

[amazon_textlink asin=’B01M6Y009D’ text=’Frontline Tri Act Spot On Per Cani Extra Large Da 40 a 60 kilogramm’ template=’ProductCarousel’ store=’amicaveterina-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2153c655-3cdc-11e8-8720-bdccaa512264′]

 




 

Antiparassitari per i gatti:

Per i GATTI che escono, o vivono a contatto con animali che hanno accesso all’esterno, o vivono in aree endemiche per filaria (praticamente tutta Italia) consiglio uno tra questi 3 prodotti:

  • Broad Line
  • Advocate
  • Strongold Plus

In inverno dobbiamo proteggere cani e gatti contro pulci e zecche. Il Bravecto (Bravecto spot on gatto), oppure il Simparica sono molto efficaci.

antiparassitari

Zecca

 

Dobbiamo avere altre accortezze nell’utilizzo degli antiparassitari?

Seguite le istruzioni che trovate sul retro di tutti gli antiparassitari pedissequamente, e le indicazioni del vostro vet!

  • Quando si applicano i prodotti spot-on NON FARE IL BAGNO 5 GIORNI PRIMA E 5 GIORNI DOPO L’APPLICAZIONE.
  • Non somministrare antiparassitari per il cane al gatto (Front line Triact, Advantix)!!! Evitare questi prodotti se il gatto ed il cane vivono in simbiosi e si tolettano spesso. Purtroppo non è uno scherzo, i gatti a contatto con il prodotto per cani rischiano la morte!!
  • Attenzione all’ingestione di collari antipulci da parte di cani; anche se non sono più tossici come una volta, ma comunque si passeranno una brutta giornata! (lievi tremori, barcollamenti e segni gastroenterici per 24-48 ore)
  • Non dare compresse aromatizzate a soggetti con gravi intolleranze alimentari, possono avere reazioni avverse!
  • ATTENZIONE per Collie, Australian Sheperd, Border Collie e Shetland se positivi al gene MDR non possono utilizzare molti dei prodotti antiparassitari, chiedete consiglio al vostro vet!!

 

 

Perchè a volte gli antiparassitari non funzionano?

Può essere per un mancato trattamento degli animali conviventi, dell’ambiente (macchina, cuccia, o canili), bagni troppo frequenti (rimozione dell’antiparassitario), o resistenza dei parassiti al farmaco (quindi è bene utilizzare principi attivi “nuovi”).

Per proteggere dai flebotomi e quindi dalla leishmania?

Non esiste la profilassi direttamente contro la leishmania (eccetto il vaccino), ma esistono prodotti repellenti contro i flebotomi (che trasmettono la leishmania).

Attualmente la strategia più efficace è la protezione del cane con repellenti/insetticidi in forma di collari o spot-on. L’obiettivo è quello di interrompere la trasmissione del parassita e quindi di controllare l’infezione. Altre misure di controllo includono il ricovero dei cani in locali protetti durante l’alba e il tramonto in estate, di zanzariere con maglie di <0.4 mm² eventualmente trattate.

 

 

La profilassi contro la filaria?

La profilassi contro questo parassita prevede l’utilizzo di repellenti per le zanzare che lo trasmettono, ma soprattutto l’utilizzo di terapie microfilaricide (che vuol dire quelle che uccidono le larve, ma non gli adulti). A differenza delle altre profilassi le terapie microfilaricide uccidono le larve infestanti trasmesse nei 30 giorni precedenti. Quindi è retroattiva! Per questo la terapia deve essere iniziata 1 mese dopo l’arrivo del caldo e 1 mese dopo l’arrivo del freddo; indicativamente da Aprile a inizio Dicembre a seconda delle zone d’Italia.

Però attenzione, la terapia va iniziata in soggetti che sono stati testati e risultati negativi per filaria, o comunque che abbiano eseguito regolare profilassi sempre. Iniziare la terapia microfilaricida in un soggetto positivo può provocare gravi problemi all’animale.

Le terapie sono sotto forma di compresse, spot on oppure terapia long acting sottocute (quella che tutti chiamano vaccino).

antiparassitari

Pulce

Cosa ci dici della terapia Long acting, cioè unica iniezione?

Per quanto riguarda la terapia Long Acting con moxidectina (es: Guardian, Afialria), non la amo.

Principalmente perché deve essere associata ad almeno 2 prodotti antiparassitari per coprire l’animale adeguatamente contro il resto dei parassiti. Questo perché con le combinazioni sopra elencate c’è una copertura data da 2 principi attivi diversi nei confronti di zecche e pulci. Le infestazioni da ectoparassiti sono le più difficili da controllare ed i collari o gli spot-on da soli non riescono spesso a debellarle. Infine non lo amo perché le reazioni avverse non sono infrequenti.

Molti proprietari mi chiedono un parere sugli antiparassitari naturali, che ne pensi?

Si esistono collari, lozioni e spot on. L’olio di neem sembra essere efficace come repellente nei confronti di pulci, zecche, zanzare e flebotomi, ed è stata dimostrata anche in letteratura. Però non compre nei confronti degli endoparassiti (filaria e parassiti intestinali). Per essere efficaci devono essere applicati molto frequentemente seguendo le istruzioni del produttore.

Consiglieresti l’utilizzo degli antiparassitari da soli?

Visto i rischi reali di contrarre malattie trasmesse da vettori, la gravità di queste patologie, e la bassa tossicità dei prodotti chimici per i pets; NO, non lo consiglierei! Per lo meno da solo! Può essere eventualmente sommato a un altro prodotto farmacologico, per dare quel qualcosa in più. Mai da solo però!

 

 

Perché è così importante proteggerli nei confronti dei parassiti?

Dobbiamo proteggerli sia per la LORO salute, che per la NOSTRA salute!

Che danni possono causare i parassiti ai nostri amici a quattrozampe?

I parassiti possono causare danno per un effetto diretto e indiretto. Per effetto diretto intendiamo il danno primario causato dal parassita (es. dermatiti, anemia, diarrea, patologie al cuore oppure sistemiche). Per effetto indiretto invece intendiamo la trasmissione altre malattie, per esempio: Filaria (trasmessa dalle zanzare), Leishmaniosi (trasmessa dai flebotomi) e altre malattie trasmesse attraverso il morso di pulci e zecche (es. Mycoplasmosi, babesiosi, Ehrlichiosi, ecce cc). Queste malattie possono causare gravi patologie a molti organi fino a causare anche la morte, e non è così infrequente purtroppo!

Quando dicevi che dobbiamo proteggerli per la NOSTRA salute cosa intendevi?

I nostri pets possono trasmetterci malattie, che vengono definite zoonosi. Questo può non interessare a molti di noi, ma è sbagliato! I casi di leishmaniosi umana in Italia sono sempre più frequenti e hanno portato a morte adulti e bambini.

In conclusione che messaggio vuoi lasciare ai proprietari?

Spero che con queste informazioni possiate eseguire una corretta profilassi ai vostri amici pelosi e chiedere consiglio ai vostri vet sui vari antiparassitari per scegliere il più adeguato. Ricordatevi che tanti antiparassitari hanno bisogno di prescrizione medica!

Concludo dicendo che ci tenevo tanto a fare questa intervista perché è triste vedere oggi giorno cani o gatti morire o stare davvero male perché hanno fatto una profilassi sbagliata o non l’hanno fatta! Siamo bombardati da informazioni e consigli e gli antiparassitari sono alla portata di tutti! Se amate i vostri animali, proteggeteli nel modo corretto!!

 

 

Bhè…che dire di più! Sei stata chiara e gentilissima come sempre! Grazie infinite  Francesca da parte mia e di tutti i followers di Amica Veterinaria per queste preziose informazioni!

Che ne dite proprietari vie è piaciuta questa spiegazione? Mi raccomando condividete! Restate connessi con Amica Veterinaria per non perdervi i prossimi approfondimenti!

Potete consultare queste comode tabelle che riassumono i principali antiparassitari del cane e del gatto:

Tabella riassuntiva degli antiparassitari per gatti

Tabella riassuntiva degli antiparassitari per gatti

 

Tabella riassuntiva degli antiparassitari per cani

Tabella riassuntiva degli antiparassitari per cani

 

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria e sul mio profilo Instagram amica_veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

 

Forse oltre gli antiparassitari ti potrebbe interessare anche:

Toxoplasmosi nel gatto e donne in gravidanza.

Leishmaniosi nel cane. Riassumiamo!

Filariosi nel cane: prevenire è meglio che curare!

Rogna nel cane e nel gatto! Come si riconosce?

Giardia nel cane e nel gatto! Non è sempre colpa sua!

Vaccino per la Leishmaniosi: ha senso farlo?

Come togliere una zecca? Ecco il sistema corretto!

https://amicaveterinaria.com/malattie-zecche-erlichiosi/