Rogna nel cane e nel gatto!!!

Cari proprietari oggi voglio parlarvi di un’animaletto piccolissimo…l’acaro! No, no, non fraintendetemi …..ovviamente non come paziente da curare ma come responsabile di una delle malattie cutanee più temute: la rogna!

Perché la rogna fa tanta paura?

Quando non esisteva ancora la terapia la rogna era una malattia devastante che spesso portava a morte l’animale lentamente! Se poi aggiungete il fatto che era trasmissibile all’uomo capite bene quanta paura potesse fare in passato!

Che cos’è la rogna?

Con il termine rogna indichiamo la reazione  infiammatoria della cute quando viene attaccata dall’acaro. L’acaro non è altro che un parassita e vive scavando gallerie nella cute dei nostri amici animali (di cui si nutre)!

Esistono due forme di rogna:

  • Sarcoptica;
  • Demodettica.

Rogna Sarcoptica:

Non ha un andamento stagionale e sono colpiti tutti i cani senza distinzione di razza o di età. Il contagio avviene quasi esclusivamente per contatto diretto con soggetti malati mentre più raro è quello ambientale che comunque deve essere tenuto in considerazione. Vista la natura della sua diffusione non è difficile riscontrarla in soggetti provenienti da realtà affollate come canili, pensioni ma anche tolette e competizioni sportive.

Il soggetto in questione è l’acaro Sarcoptes scabiei var. canis che scava gallerie, deposita uova, si nutre di detriti cutanei.

Quando potete sospettare che il vostro amico abbia la rogna sarcoptica?

Quando presenta:

  • Alopecia (assenza di pelo in alcune zone o pelo rarefatto)
  • eritema,
  • escoriazioni e croste;

Queste tre caratteristiche devono essere presenti nel contempo!!! (un esempio lo vedete nell’immagine di copertina).

Inizialmente le aree dove il pelo è più rado quindi orecchie, gomiti, pancia e petto. Successivamente può propagarsi al resto del corpo.

La cosa più importante è però la presenza di  forte prurito che esita spesso in lesioni secondarie da grattamento.

Si può trasmettere all’uomo?

Questa forma purtroppo è una zoonosi e si trasmette all’uomo!

 

Rogna Demodettica:

Detta anche rogna rossa per il colore rossastro che  assume la cute colpita, colpisce soprattutto soggetti debilitati. Il Demodex canis è infatti un acaro normalmente presente sulla cute dei nostri cani ed un efficiente sistema immunitario è in grado di tenerne sotto controllo la popolazione. Quando l’equilibrio si rompe, la sua proliferazione determina la comparsa della malattia.

Quando potete sospettare che il vostro amico abbia la rogna demodettica?

Le lesioni sono sovrapponibili alla sarcoptica:

  • alopecia;
  • croste;
  • eritema molto accentuato, la cute ha un colore rossastro.

La differenza con la sarcoptica è che generalmente non è pruriginosa salvo il sovrapporsi d’infezioni secondarie.

Può essere localizzata principalmente al muso per poi espandersi a tutto il corpo.

Quando quest’acaro prende di mira il piede si parla di PODODEMODICOSI. Questa forma si manifesta con combinazioni variabili di alopecia, iperpigmentazione, eritema, prurito, dolore, pustole e gonfiore. L’animale colpito tende a leccarsi la zona interessata e spesso, con l’aggravarsi della patologia può manifestare zoppia più o meno grave.

 La Rogna Demodettica non è contagiosa per gli altri cani come non lo è nemmeno per l’uomo.

Ciascuna di queste infezioni parassitarie può fungere da apriporta per batteri e miceti. Spesso si osservano, infatti, infezioni secondarie sulle ferite da grattamento del cane con un sensibile aggravamento delle condizioni generali dell’animale. In questo caso si aggiungono sintomi come abbattimento, febbre ed anoressia. Senza contare che alcune di queste infezioni possono essere anche particolarmente maleodoranti come nel caso della Malassezia che molto spesso si accompagna alle patologie cutanee appena descritte.

Cosa potete fare voi proprietari quando sospettate un problema cutaneo di questo tipo nel vostro pet?

Una cosa che sto notando molto spesso è la malsana abitudine a trascurare i problemi cutanei provando e riprovando terapie consigliate da conoscenti, amici, e non per ultimo Facebook! Purtroppo con la rogna mentre voi siete alla tredicesima marca di croccantino ipoallergenico e e vi state prendendo degli insulti perchè non passate alla Barf che risolve tutti i problemi cutanei (in realtà risolve tutti i problemi del mondo)  la situazione peggiora sempre più, gli acari proliferano!!!

Come in ogni patologia è importante effettuare una diagnosi precoce. Fortunatamente la rogna è facilissima da diagnosticare con un semplice raschiato cutaneo e un’osservazione al microscopio il vostro veterinario identificherà gli acari!!!

Se il vostro cane ha la rogna si può curare?

Certo che si, a seconda dello stadio a cui è arrivata l’invasione cutanea da parte degli acari il tempo per la completa guarigione sarà più o meno lungo!

Generalmente per entrambe le forme di rogna si scelgono applicazioni Spot on, spugnature, compresse o un’associazione di queste. In caso di complicazioni batteriche può rendersi necessario aggiungere una terapia antibiotica.

Ci sono precauzioni da prendere durante la cura?

  • l’uso di un collare elisabettiano per evitare che il quadro si complichi con lesioni da grattamento e da leccamento.
  • nel caso di spugnature usare guanti in lattice, lavarsi bene le mani alla fine del trattamento e fare attenzione a dove vengono riposti i farmaci dopo l’uso.
  • In caso di rogna Sarcoptica si rende necessario allargare il trattamento anche agli animali conviventi associata ad una buona sanificazione degli ambienti.

Quindi cari proprietari non spaventatevi quando sentite parlare di Rogna, oggi è del tutto curabile, magari con un po’ di pazienza, ma c’è sicuramente di peggio!!!

Cari proprietari se vi è piaciuto l’articolo lasciate un mi piace e condividetelo!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.