La processionaria, un grande pericolo per il cane!!!

Cari proprietari oggi voglio parlarvi dell’insetto più pericoloso per i nostri amici animali,di cui soprattutto il cane è vittima: la processionaria!!!

 Ogni anno nel periodo primaverile ci arrivano tantissimi cani con gravissime ustioni linguali da processionaria, a farne le spese sono soprattutto i cuccioloni che usano la bocca per scoprire il mondo!!! E’ una situazione così frequente che per noi veterinari rappresenta quasi una routine al pari  dei forasacchi nel naso e nell’orecchio!!!

Per maggiore chiarezza partirò come sempre dall’inizio:

Che cos’è la processionaria?

Per dovere di cronaca la  processionaria del pino (Thaumetopoea pityocampa) è un lepidottero appartenente alla famiglia Notodontidae, diffuso in Europa e Africa.

Non che a voi interessi particolarmente!!!  Di fatto è un bruco peloso altamente distruttivo per le piante. Oltre al danno agli alberi che porta a morte decimando intere pinete è anche molto pericoloso per l’uomo e per il cane!!!

La processionaria infatti per proteggersi ha escogitato un sistema molto ingegnoso e cioè una fitta peluria estremamente urticante!!!

Il nome processionaria come molto probabilmente già saprete è dovuto al fatto che questi bruchetti vivono in colonie numerose che si muovono in fila indiana (come una processione) e poi costruiscono un gigantesco bozzolo di seta dove vivranno per tutto lo stadio larvale (autunno-inverno e primavera). Finita la crescita fanno un’ultima lunga processione fino a interrarsi in un luogo idoneo dove molto tempo dopo ne usciranno come falene adulte!! Per il cane sono di fatto pericolose in primavera quando sono già abbastanza grandi e le si vede in processione.

Un mio pensiero molto cattivo è sempre stato: “Tutto sto casino, venisse fuori almeno una bella farfalla…e invece no, il risultato della metamorfosi di questi bruchi è una tristissima falena notturna marroncina di 5 cm di apertura alare!!!” (secernano ancora un liquido giallo irritante se minacciate).

 

Come fanno a procurare un danno all’uomo e al cane???

La gravità del danno dipende fondamentalmente dalla parte colpita!!!! Questo vale sia per il cane che per l’uomo!!!

  • Cute: I danni provocati dalla penetrazione dei peli nella cute, sono solitamente modesti. Di solito insorge un fastidioso eritema papuloso, fortemente pruriginoso, che può scomparire dopo qualche giorno;
  • Mucose: la situazione diventa nettamente più grave quando sono colpite le mucose!!! Se le setole entrano in contatto con occhio,  mucosa nasale, bocca, lingua o peggio ancora vie respiratorie e digestive  il danno  sarà gravissimo, con un azione simile a un’ustione, shock dei tessuti, edema e infine necrosi!!!

 

Come fate a capire se il vostro cane è entrato in contatto con la processionaria?

I sintomi sono talmente gravi e repentini che è difficile non capirlo!!!

  • Il primo sintomo è l’improvvisa e intensa salivazione, provocata dal violento processo infiammatorio principalmente a carico della bocca ed in forma meno grave dell’esofago e dello stomaco. Il fenomeno non accenna per niente a diminuire, anzi con il passare dei minuti, soprattutto la lingua, a seguito dell’infiammazione acuta, subisce un ingrossamento patologico a volte raggiungendo dimensioni spaventose, tali da soffocare l’animale. I peli urticanti del bruco della processionaria, entrando in contatto con la lingua, causano una distruzione del tessuto cellulare: il danno può essere talmente grave da provocare nei giorni sucessivi processi di necrosi con la conseguente perdita di porzioni di lingua.
  • Altri sintomi che si instaurano nelle ore sucessive sono: la perdita di vivacità del animale, febbre, rifiuto del cibo, vomito e diarrea e soprattutto quest’ultima può essere anche emorragica.

Cosa potete fare nell’immediato???

Premetto che il vostro cane sarà spaventato e avrà un dolore così forte alla bocca che difficilmente potrete avvicinarvi, spesso noi siamo costretti a sedarli per lavare la parte.

Se però volete tentare basterebbe lavare abbondantemente la bocca con acqua fredda, se siete in giardino e avete un tubo per innaffiare potete usare quello (ovviamente con un getto molto delicato tenuto al minimo), altrimenti potete  usare una siringa senz’ago con la quale poter spruzzare ripetute volte la soluzione di lavaggio in bocca, o al limite una bottiglietta d’acqua!!!
Dopo questo primo intervento bisogna recarsi al piu’ presto dal veterinario.

Non state a fare miscele strane di acqua e bicarbonato (o chiedere un parere su facebook), tempo che avete preparato il tutto il danno è progredito!!! E’ più importante essere tempestivi!

Nel caso usaste un getto d’acqua, sia esso il tubo da giardinaggio o la siringa non dovete sparare il getto verso la gola…altrimenti rischiate di fare progredire le setole all’interno del cavo orale, quindi posizionatevi di lato al cane e fate scorrere l’acqua dall’angolo della bocca verso la punta del naso….tutto chiaro???

 

 

Cosa farà il veterinario?

Una volta arrivati dal veterinario il cane verrà sedato, gli verrà somministrato antibiotico e cortisone per bloccare la reazione infiammatoria, verranno somministrati analgesici. Poi sarà ricoverato e tenuto in fluidi! Terminata la fase acuta si stimeranno i danni!!! In 24-48 h la necrosi sarà già evidente e quindi si procederà con l’amputazione chirurgica di parte della lingua!!!! La prognosi resta riservata finchè non sarà stimato il danno! In alcuni casi il cane potrebbe aver subito un danno così grave da perdere completamente la lingua e si presenterà l’ardua decisione per voi di porre fine alle sue sofferenze!!! Fortunatamente la maggior parte dei casi hanno un lieto fine con solo una piccola parte della lingua che viene persa senza inficiare minimamente la qualità di vita del paziente!

In casi di media gravità potrebbe essere consigliabile un sondino esofageo per l’alimentazione bypassando la bocca in via di guarigione!!!

Prevenire è meglio che curare!!!

Anche in questo caso la vostre azione tempestiva può aiutare il vostro cane a limitare i danni!!! Oltre a questo cercate di stare attenti in passeggiata, se vedete questi gruppetti di bruchi girate al largo e se possedete giardino o proprietà con del verde combattete la lotta contro la processionaria come la legge raccomanda e impone (In Italia dal 1998 la lotta a questo insetto è obbligatoria Decreto Ministeriale 17.04.1998)!!!

Cari proprietari se vi è piaciuto l’articolo lasciate un mi piace e condividetelo!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.