Ernia del disco nel cane: quando il cane non cammina più!

Ciao a tutti, oggi vi parlerò dell’ ernia del disco nel cane. Patologia per cui sono predisposti i bassotti. Ma non solo. Anche bouledogue francesi, bulldog inglesi, carlini, insomma per intenderci tutte le razze dette “condrodistrofiche” cioè con cartilagini e ossa malformate. Saltuariamente colpisce anche i cani normoconformati e rarissimamente i gatti.  Quindi cari proprietari state tutti attenti.

Per questa patologia è importatissima la vostra rapidità decisionale:

Partiamo dall’inizio.

Si chiama volgarmente “ernia del disco” la fuoriuscita del materiale fibro-gelatinoso che si trova fra le due vertebre, quando esce va a comprimere il midollo spinale provocando dolore e deficit motori fino alla paralisi.

L’ ernia del disco può essere:

CRONICA. la fuoriuscita è lenta e la compressione del midollo graduale, così i deficit motori sono lenti e ingravescenti, spesso con l’antinfiammatorio migliora e spesso si continua così per diverso tempo. (si parla di terapia medica o conservativa).

ACUTA. il cane improvvisamente o prova un gran dolore con lamenti spontanei ma è ancora in grado di camminare o si paralizza e non si alza più (o entrambe le cose insieme)

ATTENZIONE. un’ ernia cronica può improvvisamente scompensare e diventare acuta, quindi se il vostro amico ha questi episodi di dolore e deficit che passano con l’antinfiammatorio è meglio darci un’ occhiata preventiva.

Qual’è il vostro compito fondamentale?

Riconoscere i sintomi e correre da un neurologo (e possibilmente in una struttura dove facciano anche risonanza magnetica). La tempistica è fondamentale, più passa il tempo e più il vostro cane rischia anche se operato di non tornare a camminare.

Quali sono gli errori da evitare?

Perdere tempo provando per una settimana o due a vedere se migliora bomardandolo di antinfiammatori di varia natura (FANS e cortisone).

Ovviamente ci sono vari livelli di gravità.

 

risonanza magnetica per diagnosticare l ernia del disco

 

Dalla paraparesi deambulatoria (non riesce a camminare perfettamente ma le gambe si muovono e qualche passo lo fanno) alla paraparesi non deambulatoria (non cammina ma le gambe qualche piccolo movimento lo riescono a fare ancora). Un ulteriore aggravamento porta alla paraplegia (nessun movimento muscolare, le gambe sono abbandonate come morte) e lo stadio finale è la paraplegia senza dolore profondo (non solo non muove le gambe ma non riesce neanche a percepire stimoli dolorosi).

Nell’ultimo stadio avete solo 24 h di tempo per operarlo e la prognosi resta comunque riservata.

Più la paralisi progredisce velocemente attraverso questi stadi e più la prognosi sarà infausta. Per questo il tempismo è tutto.

Se l’ernia del disco colpisce il collo (tratto cervicale) allora la sintomatologia colpirà anche le zampe anteriori e si parlerà di tetraparesi e tetraplegia.

Esistono altre patologie che possono portare alla plegia o paresi del vostro cane come tumori o ischemie. La prognosi è decisamente più infausta quindi spero per voi che sia un’ernia.

Quanto vi costerà il tutto?

Una barca di soldi! Tra visita neurologica, risonanza, intervento e fisioterapia sarà una faccenda lunga e dispendiosa ma i risultati sono eccellenti se si riesce a intervenire il prima possibile.

Quindi come sempre….occhio clinico e reazione rapida salveranno il vostro amico a quattrozampe!

CONSIGLIO : Nel post operatorio o durante la terapia medica il neurologo vi consiglierà di tenere il vostro cane immobile per uno/due mesi (come per un uomo stare a letto) per questo dovrete munirvi di una gabbia come quella che trovate nel link di seguito!

CONSIGLIO : per le ernie cervicali è assolutamente vietato il collare quindi munitevi di pettorina che dia un adeguato sostegno sotto il petto!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 


5 commenti su “Ernia del disco nel cane: quando il cane non cammina più!

  1. Salve ho bisogno d’aiuto il mio cane chiusura messicano di 9 anni mentre giocava e rimasto paralizzato sia nelle gambe anteriore che posteriore subito abbiamo fatto una tac…..risultati ernia disco….non operabile…non ci ho capito nulla cmq adesso siamo casa cortisone il veterinaio mi ha detto ci vuole tempo …poi si pensa cosa fare ….

    1. Ernia del disco non operabile può forse voler dire “high speed low volume?” Le hanno detto così? Comunque io le suggerirei di andare in un centro neurologico dove hanno la possibilità di fare una risonanza magnetica che è 1000 volte meglio della tac e da poi informazioni. In ogni caso nel frattempo non tenerlo a casa ma portarlo in un centro di fisioterapia riabilitativa prima che i muscoli vadano in atrofia.

  2. Hi. I see that you don’t update your page too often. I know
    that writing posts is boring and time consuming.
    But did you know that there is a tool that allows you to create new articles using existing content
    (from article directories or other pages from your niche)?
    And it does it very well. The new articles are high quality
    and pass the copyscape test. You should try miftolo’s tools

    1. Buongiorno dott
      La scorsa primavera il mio barbone ha avuto un episodio di ernia. Andata in un centro altamente specializzato con tac e risonanza e neurologi
      Io credevo gli avrebbero fatto un esame invece hanno fatto visita manuale perché hanno detto che al 1 livello era peggio se avessero fatto una tac o altro Poi con cura gabapentin è passato
      Potrebbe ripresentarsi? È giusta come procedura? Grazie

      1. Certo, esiste la terapia conservativa quando i sintomi passano dopo terapia. Evidentemente il suo caso era lieve. Potrebbe ripresentarsi questo si!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.