Come togliere una zecca?

Cari proprietari a breve comincia la stagione dell’invasione delle zecche! Oggi vorrei fare una panoramica con voi  innanzitutto su cos’è una zecca, come si toglie, la prevenzione. A breve vi farò un altro articolo sulle malattie che può trasmettere.

 

 

Ma andiamo con ordine: cos’è una zecca?

Si chiama scientificamente Ixodida e non è altro che un grosso acaro. E’ un parassita che si ciba di sangue, colpisce sia noi uomini che i nostri amici animali e trasmette malattie sia a noi che a loro!

Esistono sia “zecche dure” che “zecche molli” per questo che non sono tutte uguali e possono sembrare addirittura parassiti diversi. Ma le differenze di aspetto non cambiano il fatto che sono pericolosi parassiti da debellare sia per la nostra salute che quella dei nostri animali.

Le specie più note sono la zecca del bosco (Ixodes ricinus) e la zecca del cane (Rhipicephalus sanguineus), lunghe più o meno 1–2 mm negli stadi giovanili, ma anche più di un centimetro nello stadio adulto.

La zecca ha vari stadi di sviluppo e per ogni fase si stacca  dall’ospite, digerisce e si sviluppa nell’ambiente e poi si riattacca a un altro ospite. Da adulta continuerà questa abitudine, cambiando ospite ad ogni pasto.

Come potete difendere i vostri cani e gatti?

L’infestazione da zecca nel cane e nel gatto è un problema che ogni estate si ripresenta inesorabilmente e per cui devono essere prese delle precauzioni. Negli ultimi anni, anche a causa delle temperature invernali sempre più alte, le infestazioni si sono iniziate a vedere anche d’inverno soprattutto nelle regioni del sud. Esistono diversi prodotti che ci consentono di aiutare i nostri animali, ma alcune volte questi possono non bastare.

 

 

La prevenzione al  primo posto:

Di tutte le terapie antiparassitarie ce ne ha parlato la Dott.ssa Bresciani nel suo articolo…..qualche settimana fa!

Riassumendo posso dirvi che il consiglio è quello di associare Nexgard Spectra (tavoletta masticabile che agisce contro la filaria, i vermi tondi intestinali oltre ad avere un’attività di uccisione su zecche e pulci che pungono il vostro cane) più un repellente contro pulci zecche, zanzare e fllebotomi(per roteggere dalla leishmaniosi! Un consiglio è quello di utilizzare sia prodotti farmacologici che naturali durante il periodo estivo, mentre durante il periodo invernale quelli farmacologici sono più che sufficienti.

Purtroppo ci ritroviamo spesso a dover togliere le zecche che sono attaccate al nostro cane anche se facciamo la giusta profilassi.

 

Perché la profilassi a volte fallisce?

Dipende da vari fattori:

  • la puntualità nella somministrazione,
  • non fare bagni a ridosso dell’applicazione,
  • aver applicato correttamente lo spot on (aprendo bene il pelo) o il collare (che non deve essere largo ma a contatto con la cute)
  • una minore sensibilità delle zecche del vostro territorio a quel principio attivo (può valere la pena cambiare prodotto)
  • una massiva infestazione ambientale o del vostro giardino (motivo per cui è utile fare una disinfestazione ambientale).

Quindi non allarmatevi: la profilassi non è infallibile e a volte serve aggiustare il tiro. Nel frattempo, proprio perché difficilmente avrete un successo al 100% oggi vi spiegherò come…

 Togliere la zecca al vostro cane senza causare danni.

Arriva il giorno che troverete la maledetta zecca sul vostro amico! Il problema è solo uno ora: Come si toglie?

  • Munitevi di una pinzetta per sopracciglia o la pinzetta apposita che trovate in farmacia o in un negozio per animali;
  • Prendete il parassita dalla testa, bene aderenti alla cute, (senza schiacciare il corpo mi raccomando);
  • Ruotate e tirate, la zecca verrà rimossa correttamente.
  • Durante la rimozione bisogna prestare la massima attenzione a non schiacciare il corpo della zecca, per evitare il rigurgito che aumenterebbe la possibilità di trasmissione di agenti patogeni.
  • Esiste anche l’uncino togli zecca, ve l’ho messo qui sotto, con questo veramente diventa un gioco da ragazzi!!!

Perchè non si deve usare olio, alcool o altro per stordire la zecca prima di toglierla?

Se è vero che viene via più facilmente e si riduce il rischio che la testa rimanga attaccata è anche vero che la zecca sentendosi soffocare rigurgita parte del bolo di sangue digerito nell’ospite aumentando di molto la possibilità di trasmissione di malattie da zecca. Considerando che se la testa resta dentro difficilmente si hanno dei problemi mentre le malattie da zecca sono comunque pericolose è meglio scegliere il male minore evitando di stordirla prima di toglierla!

 

 

Se la testa resta dentro?

Niente panico!

In alcuni casi può capitare che parte della zecca rimanga dentro alla cute, non allarmatevi, l’organismo svilupperà un granuloma verso quel “corpo estraneo”.  Se la zona dove era attaccata la zecca si gonfia molto (capita spesso nella zona intorno agli occhi) potrebbe essere una semplice infezione batterica del punto di inoculo, se non si sgonfia in giornata o addirittura peggiora  andate dal vostro veterinario e valutate insieme a lui una terapia adeguata.

Una volta rimossa la zecca non deve essere schiacciata altrimenti rischiate di liberare le uova, potete buttarla nel water se siete in casa o darle fuoco dentro un fazzolettino se siete all’aperto (senza appiccare fuoco a un prato ahahahah!!!!)

cosa NON dovete fare:

  • Rimozione parziale della zecca;
  • Anestetizzare la zecca con l’alcool, olio o altro prima della rimozione;
  • Schiacciare il corpo della zecca.

La zecca tolta non deve essere schiacciata altrimenti rischiate di liberare le uova, per questo motivo è consigliabile avvolgerla all’interno di un pezzetto di carta e gettarla nel water.

 

 

E le  malattie da zecche?

In effetti il problema più grosso di questi fastidiosi parassiti non è il fatto di ritrovarli attaccati al vostro cane o al vostro gatto ma il fatto che possono trasmettere malattie!

Attraverso il morso inizia a succhiare il sangue dell’ospite infestato trasmettendo diverse malattie pericolose tra cui:

  • Erlichiosi;
  • Piroplasmosi;
  • Anaplasmosi;
  • Borrelliosi;
  • Rickettsiosi.

Per questo motivo la prevenzione e la rimozione delle zecche gioca un ruolo fondamentale nel salvaguardare lo stato di salute dell’animale.

 

 

Consiglio:

Alla fine dell’estete un bell’esame del sangue con il test per tutte le malattie da zecche!  Il prelievo lo fa il vostro veterinario e poi sarà inviato a un laboratorio analisi. In poche parole viene valutata la positività alle malattie che vi ho elencato prima! Nel caso il vostro cane ne abbia contratta una si comincia la profilassi antibiotica prima che sviluppi sintomi!

Cari proprietari se vi è piaciuto l’articolo lasciate un mi piace e condividetelo!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

 

 

2 commenti su “Come togliere una zecca?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *