Urgenze – Colpo di calore nel cane

Cari proprietari ecco un altro argomento interessantissimo. Soprattutto d’estate i nostri cani possono essere colpiti dal colpo di calore.

Cosa si intende?

Concettualmente è semplicissimo: un’aumento della temperatura corporea fino a 42-43 gradi.

Avete presente i neonati che muoiono d’estate perché dimenticati dai genitori in macchina? Succede la stessa cosa anche ai nostri amici. Identica.

 

 

 

RICORDATEVI: è severamente vietato lasciare i nostri amici in macchina al sole, a maggior ragione in estate. Anche se pensate di stare via poco, poi se per caso venite trattenuti è la fine per il vostro pet.

Considerate che la temperatura al sole nell’abitacolo può aumentare di 1 C° ogni 10-15 minuti e d’estate partite già da 30-35 gradi (a volte 40).

Altro problemino:

il vostro cane o gatto non possono disperdere calore con la sudorazione. Solo la lingua e i polpastrelli vengono utilizzati per dissipare calore. Capite bene come il surriscaldamento in ambiente caldo e umido sia rapidissimo. Se poi considerate che la loro temperatura corporea normale è 38,5-39 C° capite bene che ci mettono pochissimo a surriscaldarsi fino a 42 gradi.

Ma i veri protagonisti del colpo di calore sono i bouledogue francesi, i bulldog inglesi, e tutti i brachicefali. Questi cani hanno già difficoltà respiratorie normalmente. Il caldo può essere fatale per loro. Evitate di portarli fuori nelle ore più calde in estate, portatevi sempre dietro dell’acqua per rinfrescarli.

Se tutto ciò non servisse e il vostro amico a quattrozampe dovesse andare in colpo di calore cosa dovete essere bravi a notare?

– innanzitutto il respiro sarà celere, superficiale e affannato (polipnea)

– eviterà di muoversi

-gambe allargate e testa estesa in avanti

-Se avete la possibiltà di misurargli la temperatura per via rettale fatelo! Se è sopra i 40C° dovete raffreddarlo al più presto.

– la lingua potrebbe essere cianotica (soprattutto nei bull)!

Cosa dovete fare?

-OMBRA o locale con ARIA CONDIZIONATA

– LASCIATELO A TERRA, a contatto con superfici fredde il calore si disperde più in fretta.

– bagnatelo con abbondante acqua fredda, piedi, torace, pancia e testa.

-Se l’acqua non dovesse bastare potete aiutarvi con l’ALCOOL: bagnate abbondantemente i polpastrelli, i padiglioni auricolari (evitando che entri dentro il condotto uditivo), torace, pancia e interno coscia.

– se il respiro non dovesse migliorare portatelo dal veterinario (aria condizionata in macchina già accesa)

In mezz’ora dovete riuscire ad abbassare la temperatura almeno di un grado.  Poi portatelo dal veterinario.

Se non ve la sentite o non avete i mezzi per intervenire portatelo immediatamente.

Nel caso dei brachicefali spesso sarà necessario ossigeno, intubazione e ventilazione per i gravi problemi di ostruzione delle vie aeree superiori (palato molle) che li contraddistingue.

Cari proprietari anche in questo caso la vostra prontezza di riflessi può fare la differenza!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.