Antiparassitari per tutti! Parla lo specialista!

Cari proprietari oggi abbiamo la collega Francesca Bresciani che  ci parla di un argomento che interessa tutti in questo periodo: gli antiparassitari!

L’obbiettivo è quello di fare chiarezza sui mille prodotti antiparassitari che ci vengono proposti e capire cosa dobbiamo fare per proteggere i nostri amici pelosi.

Cara collega grazie di essere di nuovo disponibile a fornirci informazioni così precise!

La Dott.ssa Francesca Bresciani ci parlera degli antiparassitari.

 La Dott.ssa Francesca Bresciani appassionata e specializzata in medicina interna e gastroenterologia lavora come libera professionista in provincia di Bologna e Firenze. La potete trovare sulla sua pagina Facebook https://www.facebook.com/DVMBrescianiFrancesca/  alla sua mail francesca.bresciani85@gmail.com

Incomincia la stagione dei parassiti, da cosa dobbiamo proteggere i nostri amici animali?

Allora, per farla molto semplice ci dobbiamo ricordare di proteggere i nostri pets nei confronti di ectoparassiti (parassiti che vivono “fuori” l’animale) e endoparassiti (parassiti che vivono “dentro” l’animale)

In estate dobbiamo proteggerli nei confronti di:

  • zecche,
  • pulci,
  • pidocchi,
  • rogne,
  • acari,
  • miasi (larve di mosca)
  • malattie trasmesse da zanzare (che trasmettono la  filariosi cardiopolmonare, Dirofilaria Immitis)
  • malattie trasmesse da flebotomi chiamati volgarmente pappataci (che trasmettono la leishmania, Leishmania infantum).

Durante tutto l’anno invece dobbiamo preoccuparci di proteggerli nei confronti di pulci e zecche (in inverno sopravvivono in casa!) e parassiti intestinali (vermi tondi, vermi piatti e protozoi).

Per il gatto è la stessa cosa?

Più o meno! Anche il gatto ovviamente deve essere protetto nei confronti degli ectoparassiti e parassiti intestinali….ma questo lo sanno tutti! Quello che tanti non sanno è che anche il gatto può avere la filaria, con una incidenza minore rispetto al cane, ma anche lui deve essere protetto! Mentre sembrerebbe essere effettivamente più resistenze alla leishmania e per quello non importa proteggerlo.

Perché è così importante proteggerli nei confronti dei parassiti?

Dobbiamo proteggerli sia per la LORO salute, che per la NOSTRA salute!

Che danni possono causare i parassiti ai nostri amici a quattrozampe?

I parassiti possono causare danno per un effetto diretto e indiretto.

Per effetto diretto intendiamo il danno primario causato dal parassita:

Ad esempio gli ectoparassiti (come zecche, pulci, rogne, acari e pidocchi) possono causare dermatiti anche molto gravi, caratterizzate da intenso prurito, che porta il cane o il gatto ad autolesionarsi. Inoltre alcuni di questi sono ematofagi (ovvero si nutrono di sangue) e quando c’è una infestazione massiva possono determinare anemia (calo dei globuli rossi nel sangue). Inoltre alcuni cani o gatti soffrono di dermatite allergica da pulci, che vuol dire che sono allergici ala saliva della pulce. Quando hanno questa allergia, una singola pulce può scatenare una grave dermatite con un prurito pazzesco! Alcuni endoparassiti, come i parassiti intestinali, posso determinare, malassorbimento, diarrea, e infiammazione intestinale. Altri come la filaria (vermi che vivono nel cuore) possono causare gravi problemi cardiocircolatori.

Per effetto indiretto invece intendiamo la trasmissione altre malattie, per esempio:

Queste malattie possono causare gravi patologie come diminuzione di globuli rossi, bianchi e piastrine, malattie ai reni, fegato, cuore, intestino, articolazioni e della pelle. Alcune di queste, si risolvono con qualche semplice terapia, ma altre possono causare anche morte, e non è così infrequente purtroppo!

Quando dicevi che dobbiamo proteggerli per la NOSTRA salute cosa intendevi?

I nostri pets  possono trasmetterci malattie, che vengono definite zoonosi. Questo può non interessare a molti di noi, ma è sbagliato! I casi di leishmaniosi umana in Italia sono sempre più frequenti e hanno portato a morte delle persone. Nel Bolognese sono morte due persone nel 2017 e 5 sono state infettate. Persone immunodepresse (come quelle sottoposte a chemioterapie), bambini o anziani sono particolarmente a rischio.

Quindi anche le terapie antiparassitarie nei confronti dei nostri pets rientrano nel progetto One Health.

One Health, significa letteralmente, Salute Unica ovvero un approccio che coinvolge medicina umana e veterinaria, al fine di preservare la salute ed il benessere dell’uomo, degli animali e dell’ambiente.

Quindi cosa dobbiamo fare?

  • Controllare regolarmente le infestazioni parassitarie, ispezionando i nostri animali ed eseguendo test specifici (esame del sangue e delle feci) almeno ogni 12 mesi.
  • Garantire una corretta igiene nostra (lavarsi bene le mani!) e dei nostri animali.
  • Evitare alimentazione dei pets con carne cruda, lavare sempre le verdure.
  • Raccogliere e gettare sempre le feci, sia in ambienti pubblici che in giardini o terreni privati.
  • Eseguire una corretta profilassi per endoparassiti
  • Eseguire una corretta profilassi per ectoparassiti

 

Come dobbiamo eseguire le profilassi per ecto- ed endoparassiti?

PULCI:

Le pulci adulte vivono sugli animali e si nutrono di sangue, mentre gli stadi immaturi vivono nell’ambiente. Quindi per proteggersi dobbiamo usare prodotti che combattono infestazioni dell’animale e nel contempo combattere la contaminazione ambientale.  Gli animali che vivono esclusivamente in casa, senza contatti con altri animali che hanno accesso all’esterno, possono non fare antiparassitario. Tutti gli altri, devono fare prevenzione ad intervalli regolari. Quelli ad alto rischio di infestazione (canili, ambienti esterni o frequentati da animali selvatici) devono fare profilassi constante e, parallelamente, deve essere eseguita una regolare pulizia e disinfestazione ambientale.

I soggetti con dermatite allergica da pulci, devono eseguire profilassi tutto l’anno ed una corretta pulizia ambientale.

pulce

ZECCHE:

Sono ectoparassiti ematofagi temporanei che passano solo parte della loro vita sull’animale, tramite il morso di saliva trasmettano tantissime malattie. Infestano principalmente in estate, ma possono sopravvivere in case o canili tutto l’anno.

La profilassi prevede, l’utilizzo di antiparassitari (repellenti e acaricidi), la rimozione delle zecche visibili, e la pulizia ambientale.

La rimozione meccanica delle zecche adese alla cute può essere effettuata mediante l’uso di pinzette, senza mai ricorrere all’ausilio di oli, alcool o altro, che avrebbe solo l’effetto di disturbare la zecca durante il pasto di sangue e facilitarne la trasmissione di eventuali patogeni.

Come per le pulci, gli animali senza accesso all’esterno possono non fare antiparassitario. Tutti gli altri, devono fare prevenzione ad intervalli regolari. Quelli ad alto rischio di infestazione (canili, ambienti esterni o frequentati da animali selvatici) devono fare profilassi constante e deve essere eseguite una regolare pulizia degli ambienti. Nelle zone con alta incidenza di malattie trasmesse da zecche è importante utilizzare dei prodotti repellenti anti-feeding che evitino il morso e la trasmissione delle malattie.

zecca

Perchè a volte l’antiparassitario non funziona?

Può essere per un mancato trattamento degli animali conviventi, dell’ambiente (macchina, cuccia, o canili), bagni troppo frequenti (rimozione dell’antiparassitario), o resistenza dei parassiti al farmaco (quindi è bene utilizzare principi attivi “nuovi”).

FLEBOTOMI E LEISHMANIA:

Non esiste la profilassi direttamente contro la leishmania (eccetto il vaccino), ma esistono prodotti repellenti contro i flebotomi (che trasmettono la leishmania).

Attualmente la strategia più efficace è la protezione del cane con repellenti/insetticidi in forma di collari o spot-on. L’obiettivo è quello di interrompere la trasmissione del parassita e quindi di controllare l’infezione. Altre misure di controllo includono il ricovero dei cani in locali protetti durante l’alba e il tramonto in estate, di zanzariere con maglie di <0.4 mm² eventualmente trattate.

Per quanto riguarda la vaccinazione consiglio di leggere l’articolo “il nuovo vaccino contro la leishmaniosi”

FILARIA:

La profilassi contro questo parassita prevede l’utilizzo di repellenti per le zanzare che lo trasmettono, ma soprattutto l’utilizzo di terapie microfilaricide (che vuol dire quelle che uccidono le larve, ma non gli adulti). A differenza delle altre profilassi le terapie microfilaricide uccidono le larve infestanti trasmesse nei 30 giorni precedenti. Quindi è retroattiva! Per questo la terapia deve essere iniziata 1 mese dopo l’arrivo del caldo e 1 mese dopo l’arrivo del freddo; indicativamente da Aprile a inizio Dicembre a seconda delle zone d’Italia.

Però attenzione, la terapia va iniziata in soggetti che sono stati testati e risultati negativi per filaria, o comunque che abbiano eseguito regolare profilassi sempre. Iniziare la terapia microfilaricida in un soggetto positivo può provocare gravi problemi all’animale.

Le terapie sono sotto forma di compresse, spot on oppure terapia long acting sottocute (quella che tutti chiamano vaccino).

ROGNE (DEMODETTICA, SARCOPTICA, NOTOEDRICA) PIDOCCHI E MIASI (larve di mosca):

Molti antiparassitari coprono anche nei confronti di questi, con il vostro veterinario potete valutare i rischi, o la presenza già in atto della malattia, e scegliere l’approccio ed il prodotto più corretto.

acaro della rogna

PARASSITI INTESTNALI:

Per essere brevi diciamo che i trattamenti contro la filaria sono efficaci anche nei confronti di vermi tondi intestinali, ma non coprono per protozoi o tenie. Quindi è consigliabile, per animali che escono,  eseguire almeno 1-2 volte all’anno un trattamento con antiparassitari ad ampio spettro (contenenti principi attivi efficaci contro tenie e giardia). Anche in questo caso il vostro vet, sulla base dell’esame coprologico, dello stile di vista del vostro pets può consigliarvi la terapia più adeguata.

 

Adesso però ti faccio una fatidica domanda: a lato pratico quali antiparassitari consigli?

Partiamo dicendo che le mie preferenze sono personali e non ho ricevuto “suggerimenti” da compagnie farmaceutiche. Aggiungo anche che gli antiparassitari devono essere consigliati dal veterinario e modulato in base alle necessità di ogni singolo pazienti, basandosi sulla razza (attenzione ai Collie, per loro l’invermectina è altamente tossica), età (attenzione ai cuccioli!), stile di vita (indoor–outdoor, campagna-citta), localizzazione geografica ed eventuali patologie o trattamenti concomitanti.

Detto ciò queste sono alcune combinazioni di antiparassitari che preferisco:

Nextgard spectra  (che uccide i parassiti)+ Seresto o Scalibor o Advantix, (repellenti)

Esistono anche  Vectra 3D, FrontLine Triact oppure  altri prodotti che siamo repellenti per pappataci ma non li utilizzo.

Il Next gard Spectra  è il mio preferito garantisce una ottima copertura nei confronti delle pulci e le zecche essendo una molecola nuova, e compre per filaria. Inoltre ha il vantaggio di essere somministrato per bocca e quindi non determina fastidi cutanei (che possono dare gli spot-on ad alcuni soggetti) e non risente di bagni o lavaggi! Alternative al Next Gard Spectra  sono Stronghold e Adovocate in spot on.

Importante il Nexgard Spectra non ha attività repellente ma di uccisione dei parassiti, quindi non impedisce il morso. Per questo bisogna associare un repellente.

Tra gli antiparassitari con attività repellente per flebotomi preferisco Seresto (7-8 mesi di durata) o Scalibor (4 mesi di durata), perché non hanno bisogno di applicazioni mensili.

Li trovate nel negozio di animali, in farmacia (ad esempio il Nexgard Spectra necessita di ricetta)  o su Amazon (quelli di libera vendita):

Per i gatti che escono, o vivono a contatto con animali che hanno accesso all’esterno, o vivono in aree endemiche per filaria (praticamente tutta Italia) consiglio antiparassitari spot on (le compresse per i gatti sono sempre un dramma!). I prodotti che consiglio, che coprono contro ectoparassiti e filaria, sono: Broad Line, Advocate o Strongold.

 

In inverno dobbiamo proteggere cani e gatti contro pulci e zecche. Il Bravecto (Bravecto spot on gatto), è molto comodo perchè 1 pastiglia (o 1 pipetta) compre per 3 mesi. Quindi compre esattamente Gennaio, Febbraio e Marzo ovvero i mesi che avanzano dalla copertura estiva (che ricordo deve finire a Dicembre!). Atri prodotti sono Simparica, Front Line, Eliminal, Expot.

Cosa ci dici della terapia Long acting, cioè unica iniezione?

Per quanto riguarda la terapia Long Acting con Gurdian, non la amo.

Principalmente perché deve essere associata ad almeno 2 prodotti antiparassitari per coprire l’animale adeguatamente contro il resto dei parassiti. Questo perché con le combinazioni sopra elencate c’è una copertura data da 2 principi attivi diversi nei confronti di zecche e pulci. Le infestazioni da ectoparassiti sono le più difficili da controllare ed i collari o gli spot-on da soli non riescono spesso a debellarle. Infine non lo amo perché le reazioni avverse non sono infrequenti.

 

Molti proprietari mi chiedono un parere sui  prodotti naturali, che ne pensi?

Si esistono collari, lozioni e spot on. L’olio di neem sembra essere efficace come repellente nei confronti di pulci, zecche, zanzare e flebotomi, ed è stata dimostrata anche in letteratura. Però non compre nei confronti degli endoparassiti (filaria e parassiti intestinali). Per essere efficaci devono essere applicati molto frequentemente seguendo le istruzioni del produttore.

Lo consiglieresti?

Visto i rischi reali di contrarre malattie trasmesse da vettori, la gravità di queste patologie, e la bassa tossicità dei prodotti chimici per i pets; NO, non lo consiglierei! Per lo meno da solo. Può essere eventualmente sommato a un altro prodotto farmacologico, per dare quel qualcosa in più. Mai da solo però!

Dobbiamo avere altre accortezze?

  • Seguite le istruzioni che trovate sul retro di tutti gli antiparassitari pedissequamente, e le indicazioni del vostro vet!
  • Quando si applicano i prodotti spot-on NON FARE IL BAGNO 5 GIORNI PRIMA E 5 GIORNI DOPO L’APPLICAZIONE.
  • Non somministrare antiparassitari per il cane al gatto (Front line Triact, Advantix)!!! Evitare questi prodotti se il gatto ed il cane vivono in simbiosi e si tolettano spesso. Purtroppo non è uno scherzo, i gatti a contatto con il prodotto per cani rischiano la morte!!
  • Attenzione all’ingestione di collari antipulci da parte di cani; anche se non sono più tossici come una volta, ma comunque si passeranno una brutta giornata! (lievi tremori, barcollamenti e segni gastroenterici per 24-48 ore)
  • Non dare compresse aromatizzate a soggetti con gravi intolleranze alimentari, possono avere reazioni avverse!

In conclusione che messaggio vuoi lasciare ai proprietari?

Spero che con queste informazioni possiate eseguire una corretta profilassi ai vostri amici pelosi e chiedere consiglio ai vostri vet sui vari antiparassitari per scegliere il più adeguato. Ricordatevi che  tanti antiparassitari hanno bisogno di prescrizione medica!

Concludo dicendo che ci tenevo tanto a fare questa intervista perché è triste vedere oggi giorno cani o gatti morire o stare davvero male perché hanno fatto una profilassi! Siamo bombardati da informazioni e consigli e gli antiparassitari sono alla portata di tutti! Se amate i vostri animali, proteggeteli nel modo corretto!!

Bhè…che dire di più! Sei stata chiara e gentilissima come sempre! Grazie infinite  Francesca da parte mia e di tutti i followers di Amica Veterinaria per queste preziose informazioni!

Che ne dite proprietari vie è piaciuta questa spiegazione? Mi raccomando condividete! Restate connessi con Amica Veterinaria per non perdervi i prossimi approfondimenti!

Ricordate che mi trovate sempre sulla pagina Facebook Amica Veterinaria dove potrete essere sempre aggiornati sui nuovi articoli che pubblico e casi clinici particolari! Sulla pagina mi trovate anche  per rispondere quasi istantaneamente alle vostre domande!!!

 

 

8 commenti su “Antiparassitari per tutti! Parla lo specialista!

  1. Buonasera
    ho un cavalier di 6 mesi, 7,2kg ed ho utilizzato triact.La prima volta nesun problema la seconda essendo passati alla taratura di peso successiva ha avuto prurito ed abbacchiamento per 2 giorni.Secondo lei è possibile utilizzare nexgard spectra e spot on?i collari li sopporta poco,Se si quali spot on da associare?Grazie ancora cristina

  2. Ho una gattina di un anno e mezzo che sta spesso e volentieri fuori,io abito in campagna, vorrei sapere cosa potrei mettergli per proteggere la gattina da zecche e pulci.Io gli ho messo Frontlain ma vedo che non conta.

    1. Ciao Franca, a volte vale la pena cambiare prodotto (mi raccomando sempre che sia un prodotto per gatti). Semplicemente le zecche e le pulci diventono più resistenti ad alcune molecole che hanno avuto un largo impiego. E’ importante anche metterlo correttamente (aprendo bene il pelo e versando le gocce sulla cute) e rispettare strettamente i tempi (di solito 4 settimane) tra una somministrazione e l’altra!

  3. Buongiorno. Frontaline spry cosa ne pensa? Io lo uso per i miei cagnetti che vanno sul terrazzo qualche volta e poi anche per i miei 5 gatti persiani che non escono mai di casa e dalla loro stanza. Vengono svermati con Pralen 2 volte l’anno. Però ho notato delle crosticine sul musetto di qualcuno non so se si tratta di dermatite. Grazie.

    1. Ciao Gabriella, io personalmente non amo la formulazione in spray, ho sempre l’idea che ne possano inalare un pò oppure leccandosi il pelo assorbirla per via orale. Preferisco nettamente gli spot-on.

  4. Buongiorno, ho una cucciola di collie di 4 mesi. Che antiparassitario mi consiglia? Per la filaria ha già preso l’interceptor.
    Specifico che vive con gatti in casa.
    Grazie

    1. Buonasera Sara, l’ideale sarebbe mettere uno spot on e per un paio di giorni non farlo dormire a stretto contatto con i gatti. I problemi possono insorgere se il gatto lecca il cane proprio in prossimità della somministrazione. Quindi basta un pò di attenzione e utilizzare una qualsiasi marca in commercio per cuccioli. Altrimenti se il cucciolo dorme in casa protetto da zanzariera optare per questa prima fase della sua vita per un repellente naturale non tossico per i gatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.